Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sport e Ripartenza, Spadafora: “Cruciali le prossime settimane. Messi 100 milioni”

Il Ministro dello Sport spera che la prossima settimana le somme promesse possano essere erogate. Si riparte il 4 maggio solo a porte chiuse

Roma – Saranno cruciali le prossime settimane, per decidere come lo sport ripartirà dopo l’emergenza sanitaria. La data indicata dal ministro Spadafora è quella del 4 maggio (leggi qui). Se lo augura il rappresentante del Governo, che ha appena rinnovato il suo impegno verso il mondo dello sport.

Sono stati messi sul piatto 100 milioni di euro. Lo ha detto Spadafora nel messaggio diffuso sulla sua pagina ufficiale Facebook. E’ alto il livello di attenzione sull’andamento della diffusione del coronavirus in Italia. La volontà del Governo è che al termine della crisi, lo sport possa ritornare alla propria attività. Il 4 maggio potranno tornare ad allenarsi gli atleti e solo a porte chiuse. Si stanno studiando dei protocolli di sicurezza e si stanno cercando anche soluzioni, dove gli impianti non presentino condizioni consone a rispettare la sicurezza stessa. Chiede l’aiuto dei rappresentanti sportivi il Ministro. Ha parlato ancora con essi. E soprattutto con gli assessori delle città metropolitane. Tra di essi anche con il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti.

La certezza della ripartenza, parola chiave di questi giorni, si potrà avere solamente nei prossimi giorni. La preoccupazione principale è quella di tutelare la salute di tutti.

Apre il discorso il Ministro sull’erogazione dei 600 euro. Vorrebbe che questa somma si potesse consegnare ai collaboratori sportivi anche per il mese di aprile e per tutto il periodo che servirà per superare l’emergenza. Ha fatto riferimento agli affitti che tante società devono pagare per mandare avanti le attività negli impianti sportivi. Con particolare attenzione alle società dilettantistiche e allo sport di base. Spadafora stesso segue messaggi e indicazioni che arrivano via email al Ministero dello Sport (sportdibase@governo.it). Si augura che la somma dei 100 milioni possa essere erogata la prossima settimana, con finanziamenti a tasso zero a rientri flessibili.

(Il Faro on line)