Seguici su

Cerca nel sito

Giornata della Terra: Il 22 aprile si festeggia il cinquantesimo anniversario

Grazie al crescente interesse, la Giornata mondiale della Terra è diventata la Settimana mondiale della Terra

Il 22 aprile si festeggia la Giornata della Terra, un appuntamento sempre più importante, una manifestazione internazionale per la sostenibilità ambientale e la salvaguardia del nostro pianeta. Istituita dalle Nazioni Unite nel 1970 è giunta quest’anno alla sua cinquentesima edizione.

Una Giornata Mondiale della Terra 2020 più significativa del solito quella di oggi 22 aprile, in cui ci manca l’esperienza quotidiana della natura per colpa del coronavirus. Osservando poi come gli animali e verde si siano ripresi gli spazi improvvisamente liberi dagli umani, è aumentata anche la consapevolezza di quanto è grande la nostra responsabilità e la capacità di fare danni. Di quanto fragili siano gli equilibri, le relazioni, le corrispondenze tra noi e il pianeta.

La Giornata della Terra 2020, quindi, arriva in un momento molto difficile per il pianeta, ora alle prese con la pandemia di Coronavirus, ma che già all’inizio dell’anno era stato messo a dura prova dagli incendi in Australia e dall’invasione di locuste in Kenya.

La Giornata Mondiale della Terra è conosciuta nel mondo come Earth Day, la Giornata della Terra di aprile è l‘evento green che riesce a coinvolgere il maggior numero di persone in tutto il pianeta. Si calcola infatti che ogni anno, nel periodo dell’equinozio di primavera, si mobilitino circa un miliardo di persone.

Storia della Giornata Mondiale della Terra

L’Istituzione della Giornata mondiale della Terra si deve a John McConnell, un attivista per la pace che si era interessato anche all’ecologia: credeva che gli esseri umani abbiano l’obbligo di occuparsi della terra e condividere le risorse in maniera equa.

Nell’ottobre del 1969, durante la Conferenza dell’Unesco a San Francisco, McConnell propose una giornata per celebrare la vita e la bellezza della Terra e per promuovere la pace. Per lui la celebrazione della vita sulla Terra significava anche mettere in guardia tutti gli uomini sulla necessità di preservare e rinnovare gli equilibri ecologici minacciati, dai quali dipende tutta la vita sul pianeta. La proposta ottenne un forte sostegno e fu seguita dal festeggiamento del “Giorno della Terra” della città di San Francisco.

La prima celebrazione della Giornata della Terra fu il 21 marzo 1970. Circa 20 milioni di americani scesero in strada, nei campus universitari e nelle piazze per richiamare le istituzioni ad affrontare il tema ambientale e ad inserirlo tra le priorità dell’agenda politica. I movimenti di quell’anno segnarono l’inizio di un evento che sarebbe stato istituzionalizzato e quindi celebrato ogni anno in quella data, per celebrare la bellezza della Terra e sensibilizzare alla salvaguardia dell’ambiente. Un mese dopo, il 22 aprile 1970, la definitiva “Giornata della Terra – Earth Day” veniva costituita dal senatore degli Stati Uniti Gaylord Nelson, come evento di carattere prettamente ecologista

La Settimana Mondiale della Terra: Una Festa Globale

Online a causa del lockdown tutte le celebrazioni con dirette streaming. Incontri, dibattiti, musica per ripensare a come salvaguardare il Pianeta e le sue risorse. E ridisegnare il futuro.

Grazie al crescente interesse per la manifestazione, oggi la Giornata mondiale della Terra è diventata la Settimana mondiale della Terra: nei giorni vicini al 22 aprile, numerose comunità festeggiano per un’intera settimana con attività incentrate sulle tematiche ambientali più attuali.

Gli eventi vengono utilizzati per sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche della sostenibilità, e dagli attivisti, per fare analisi degli scenari odierni e proporre soluzioni concrete.

Nell’ambito dell’Earth Day Network, “Earth Day Italia” è considerato uno dei migliori comitati organizzativi, tanto che nel 2015 l’organizzazione italiana è divenuta sede europea del network internazionale.

A livello mondiale, sulle piattaforme internet parleranno personaggi come Barack Obama e Leonardo Di Caprio. Greta Thurnberg interverrà dialogando col direttore del Potsdam Institute.
In Italia, l’Earth Day avrà al centro la maratona multimediale #OnePeopleOnePlanet, trasmessa sul canale streaming Rai Play, con un palinsesto live di 12 ore (dalle 8 alle 20).

Gli spettatori da casa potranno partecipare sui social, utilizzando gli hashtag della giornata: #OnePeopleOnePlanet, #CosaHoImparato, #EarthDay2020, #iocitengo, #VillaggioperlaTerra, #focolaremedia.

La maratona online italiana sarà animata da interventi, approfondimenti, testimonianze, performance e campagne, con collegamenti a numerosi programmi radio televisivi. Oltre a Rai Play e a numerosi programmi di Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai News e Rai Ragazzi, porteranno il loro contributo a questa staffetta mediatica: Vatican Media; TV2000; Radio Italia; Nsl Crossmedial Studios; Rinnovabili.it, Lifegate.
(Il Faro online)