Seguici su

Cerca nel sito

Giornata del Libro e del diritto d’aurore. Iniziative in tutto il mondo

L’obiettivo dell’Unesco è quello di incoraggiare le nuove generazioni alla lettura e a trarne stimolo per la crescita personale e collettiva

Ogni anno il 23 aprile si celebra in tutto il mondo la Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore nata per valorizzare l’importanza della lettura come elemento di creatività e crescita personale e collettiva.

Istituita dall’Unesco nel 1995, per commemorare il decesso nel 1616 di tre grandi figure della letteratura universale: dello spagnolo Miguel de Cervantes, il britannico William Shakespeare ed il peruviano Inca Garcilaso.

Le origini

L’idea di una giornata dedicata al libro nacque per la prima volta in Catalogna, promossa dallo scrittore valenziano Vincent Clavel Andrés. Fu re Alfonso XIII, il 6 febbraio 1926, a istituire una Giornata del libro spagnolo celebrata in tutta la nazione. Inizialmente fissata nella data del 7 ottobre e successivamente spostata al 23 aprile, giorno della festa del patrono della Catalogna San Giorgio. In questa giornata, è tradizione in Spagna che gli uomini regalino alle proprie donne una rosa, sicché divenne consuetudine tra i librai catalani dare in omaggio una rosa ai clienti per ogni libro comprato.

La capitale mondiale del libro

L’Unesco nomina ogni anno, dal 2001, utilizzando come criterio di selezione le iniziative culturali promosse e i progetti presentati in occasione di questa giornata, una Capitale mondiale del libro.
La prima fu Madrid, l’anno successivo fu Alessandria d’Egitto, poi fu la volta di New Delhi, Antwerp, Montreal, Torino, Bogotà, Amsterdam, Beirut, Ljubljana, Buenos Aires e Yerevan. Nel 2013 fu Bangkok, in Thailandia, mentre nel 2014 è stata la volta di Port Harcourt, in Nigeria. La capitale mondiale della Giornata Mondiale del Libro 2020 ci porta in Malesia, a Kuala Lumpur.

L’obiettivo dell’Unesco

L’obiettivo dell’Assemblea Generale dell’Unesco è quello di rendere omaggio ad autori e libri, cercando di incoraggiare soprattutto le nuove generazioni ad appassionarsi alla lettura e a trarne stimolo per la crescita personale e collettiva.
Lo scopo è quello di valorizzare l’attività e il lavoro svolti dagli autori e dagli scrittori, intesa in termini di contributo alla crescita sociale e culturale dell’umanità.

L’altro tema della giornata è quello che investe l’ambito del diritto d’autore e della circolazione incontrollata di vari articoli, libri o interi quotidiani sui vari social network. L’invito è quello di evitare condotte così poco rispettose del lavoro altrui, anche solo interrompendo le catene che giungono attraverso internet e i cellulari.

Più recentemente il supporto dell’opera di scrittura è cambiato. Dal cartaceo si sta passando sempre più al formato digitale. L’ultima novità del settore è il Kindle Paperwhite che si connette wifi per scaricare i testi, è impermeabile e ha lo schermo ad alta definizione sia con capacità di memoria 32 GB (lo trovi qui) che da 8 GB (clicca qui). Esperienza di lettura confortevole e design accattivante per l’affidabile Kobo Libra H20 (qui il dettaglio). Il più economico e più venduto resta comunque questo Kindle, dotato di luce frontale integrata.

Le iniziative

Tante le iniziative nonostante le limitazioni imposte dall’emergenza Coronavirus: inviti alla lettura, maratone in streaming e attività per far ripartire un settore duramente provato dal lockdown. Anzi, in vista dell’annunciata fase 2, si spinge per la riapertura delle librerie, in ragione dell‘importanza che una tale filiera riveste in un momento come questo.

E allora, saranno diverse le iniziative online realizzate in vista di questa Giornata, per poter continuare a parlare di cultura e di libri comodamente da casa.

Il Ministero dell’Istruzione celebra la giornata con una maratona letteraria in streaming e consigli di lettura via social per gli studenti. Il sito del Miur ospiterà la maratona letteraria organizzata dalla Fondazione De Sanctis, per la prima volta in diretta streaming, durante la quale interverrà, alle 12:00, anche la Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina. Sui social del Ministero, inoltre, per tutto il giorno ci saranno contenuti interattivi pensati per i ragazzi: artisti e scrittori condivideranno i loro autori preferiti con gli studenti.

Il Ministero dell’Istruzione aderisce quest’anno anche con l’iniziativa ‘Scrittore chiama scrittore’. Un’occasione per sensibilizzare gli studenti alla lettura attraverso un racconto social interattivo nel quale artisti, scrittrici e scrittori condivideranno i loro autori preferiti con gli studenti e inviteranno loro a fare lo stesso.

La Fondazione De Sanctis, in collaborazione con il Centro per il libro e la lettura organizza la sua prima maratona, che avrà inizio alle 11.00 e si concluderà alle 18:00, dal titolo “Capolavori della letteratura” con la partecipazione di più di 100 grandi protagonisti della cultura nazionale e internazionale. Una staffetta ideale che si propone di raggiungere non solo il pubblico adulto, ma anche le giovani generazioni e le scuole.

Tra i primi eventi lanciati in streaming ci sarà quello della rivista Leggere:tutti. Per tutto il giorno, scrittori, attori, registi, musicisti, saranno in diretta dalle 10:00 alle 20:00 fra interventi, presentazioni di libri, performance teatrali, dando vita a una vera e propria maratona letteraria.

In diretta streaming, dalle 11.00 alle 20.00, su www.capolavoridellaletteratura.org e sui siti di Ministero dell’Istruzione, Repubblica, Corte dei conti, Tim-Operazione Risorgimento Digitale e ACI, alcuni dei passi più belli della letteratura di tutti i tempi verranno letti e commentati dai grandi protagonisti della cultura.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutti gli Editoriali