Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Civitavecchia: ristoranti, hotel e pub con insegne accese per protestare contro il lockdown

Alle 21 al via il flash mob nazionale #RisorgiamoItalia, l'assessore Pescatori: "Siamo vicini alla loro protesta, come Amministrazione Comunale saremo presenti"

Civitavecchia – Anche i negozianti di Civitavecchia aderiscono al flash mob #RisorgiamoItalia, organizzato a livello nazionale dall’associazione HO.RE.CA, che racchiude tutte le strutture legate all’ospitalità, dalla ristorazione ai pubblici esercizi come bar, pub, pizzerie, pasticcerie, B&b ed hotel, settori trainanti per l’economia della città e del Paese intero, promossa dal ristoratore viterbese Paolo Bianchini.

Stasera alle 21,00 gli imprenditori, in segno di protesta e sensibilizzazione, accenderanno le insegne delle loro attività per riportarle al centro dell’attenzione del Governo, che sembra essersene dimenticato completamente.

“Siamo vicini alla loro protesta, come Amministrazione Comunale saremo presenti stasera, con il Sindaco Ernesto Tedesco e domani 29 aprile, alle 12,00, riceveremo una ridotta rappresentanza dei titolari delle attività che simbolicamente consegneranno al Primo Cittadino le chiavi dei loro locali”, afferma l’assessore al Commercio, Claudia Pescatori.

Che aggiunge: “Raccoglieremo la loro richiesta di aiuto, consapevoli che se non riparte questo settore strategico per la nostra economia non ripartirà nulla.  Occorrono misure urgenti, concrete, un sostegno economico reale per il quale un intervento governativo è quantomai urgente ed indifferibile, non si può correre il rischio che un comparto fondamentale rischi di non riaprire più le proprie saracinesche”.

“Come abbiamo già avuto modo di rendere pubblico, l’Amministrazione Comunale sta già elaborando una serie di azioni per sostenere concretamente la ripartenza; metteremo in campo tutti le azioni possibili con i mezzi che avremo a disposizione per sostenere e soprattutto tutelare questo comparto vitale per la sopravvivenza di tutto il sistema ‘Civitavecchia’ ma siamo aperti ad accogliere, ovviamente, i suggerimenti della categoria intera, il cui indirizzo è imprescindibile per cogliere le loro reali necessità, attuare misure di sostegno nel limite delle nostre competenze e portarli all’attenzione degli enti sovraordinati qualora necessario”, conclude l’assessore.

Il sostegno della Lega

La Lega Civitavecchia esprime tutta la propria solidarietà alla manifestazione del sistema HO.RE.CA. che avrà luogo stasera alle 21,00 e garantisce il suo sostegno attivo, in seno alla Maggioranza del sindaco Ernesto Tedesco, agli imprenditori civitavecchiesi che aderiranno all’iniziativa e per stimolare il Governo a prestare attenzioni, finora mancate, al loro comparto, indispensabile per la rinascita del territorio e della nazione intera.

L’emergenza sanitaria Covid-19 rischia di mettere in ginocchio la piccola e media impresa. Tutta la filiera della ristorazione e dell’accoglienza rischia di non rivedere la luce se non verranno adottate misure che permettano realmente la ripartenza e la sicurezza per proseguire a lavorare.

E consentire la riapertura il 1 giugno aggiunge ulteriori difficoltà a due mesi di mancati incassi. Quanti cuochi, camerieri, stagionali ad oggi non hanno certezze e nemmeno stipendi o cassa integrazione?? Gli affitti ed i mutui purtroppo non aspettano.

Ribadiamo quindi vicinanza come partito politico e forza politica di maggioranza. Il sindaco Tedesco, l’assessore al commercio Pescatori, tutta la Giunta e l’amministrazione comunale sono al lavoro per attuare misure di sostegno nel limite delle competenze degli enti locali, anch’essi dimenticati dal Governo; faremo tutto il possibile per sostenere le filiere produttive del nostro territorio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Civitavecchia