Seguici su

Cerca nel sito

Roma, allo Spallanzani da luglio al via il test del vaccino contro il Covid-19

Vaia: "Se i primi test daranno un esito positivo, porteranno nel 2021 alla somministrazione del vaccino su un alto numero di persone a rischio"

Roma – “Procedendo con questi ritmi sarà possibile avviare da luglio le prime sperimentazioni sull’uomo“. Così il direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, in merito al vaccino contro il Covid 19 che verrà sperimentato nell’Istituto per le malattie infettive di Roma.

“Se i primi test daranno un esito positivo, porteranno nel 2021 alla somministrazione del vaccino su un alto numero di persone a rischio e, spero, alla dimostrazione della sua efficacia” ha aggiunto Vaia. “A differenza dei vaccini tradizionali, i vaccini genetici non utilizzano un microorganismo inattivo o parte di esso ma il gene che codifica per l’antigene del microrganismo che si vuole neutralizzare” spiega Vaia.

In questo caso – a quanto si è appreso – verrà utilizzato il gene che codifica per la proteina spike che permette l’ingresso del virus nelle cellule. Questo gene, una volta entrato nelle cellule dell’ organismo, induce la produzione della proteina che a sua volta stimola la risposta immunitaria contro il coronavirus. (fonte Ansa)

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Cronaca di Roma