Seguici su

Cerca nel sito

Cerveteri, Pascucci: “Assurdo pensare di riaprire gli stabilimenti e non le spiagge libere”

"L'accesso al mare non può avvenire per censo e si deve lavorare per trovare un soluzione che garantisca a ciascun cittadino di usufruirne"

Cerveteri – “Ad oggi non ci sono ancora indicazioni da parte dello Stato per la riapertura degli stabilimenti balneari e delle spiagge libere e dobbiamo quindi attendere almeno fino al prossimo Dpcm del 18 maggio. Nel frattempo noi a Cerveteri, seguendo le indicazioni dello Stato e della Regione Lazio, abbiamo dato facoltà ai gestori balneari di recarsi presso le proprie strutture per la manutenzione, pulizia e l’eventuale allestimento di strutture momentanee utili all’espletamento della stagione estiva”, si legge in una nota diffusa dal sindaco di Cerveteri, Alessio Pascucci.

“In aggiunta abbiamo avviato la pulizia delle spiagge e abbiamo aperto il litorale, il lungomare e la battigia per chi vuole andare a camminare e correre ma non per fare sport acquatici. Per quanto riguarda cosa avverrà questa estate posso dire che non siamo disponibili a prevedere un’apertura degli stabilimenti e non delle spiagge libere. L’accesso al mare non può avvenire per censo e si deve lavorare per trovare un soluzione che garantisca a ciascun cittadino di usufruire del mare nei modi che verranno stabiliti”, conclude il sindaco Pascucci.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Cerveteri