Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Roma, aggredisce e tenta di stuprare una donna in centro: in manette un 33enne

La donna, sottoshock, è stata accompagnata in "codice rosa" in ospedale di zona ed è stata refertata con prognosi di 4 giorni per ferite ed escoriazioni alle ginocchia e alla bocca

Roma – Sono stati gli agenti della Polizia di Stato dei commissariati Esquilino e Castro Pretorio a soccorrere, in via Leopardi, una donna 60enne ancora in stato di shock dopo l’aggressione subita. Erano quasi le 8.00 del mattino di ieri quando la vittima, di origini sudcoreane, appena uscita dalla propria abitazione si stava incamminando verso il Colosseo per svolgere la sua consueta attività motoria, quando è stata aggredita e spintonata alle spalle.

La donna caduta rovinosamente per terra a faccia in giù è stata bloccata dall’aggressore che si è gettato su di lei cercando di strapparle i pantaloni senza riuscirci. Nonostante l’assalitore le abbia bloccato la bocca con le mani, la 60enne con le sue urla ha attirato l’attenzione di due passanti che sono riusciti a mettere in fuga il 33enne. La donna, sottoshock è stata accompagnata in “codice rosa” presso il vicino ospedale di zona ed è stata refertata con prognosi di 4 giorni per ferite ed escoriazioni alle ginocchia e alla bocca.

Le descrizioni dell’aggressore, ottenute dai testimoni e dalla stessa vittima, permettevano ai poliziotti, immediatamente intervenuti di rintracciare ed arrestare l’uomo. Il 33enne, con precedenti specifici di polizia, è stato arrestato e assicurato presso la casa circondariale di Regina Coeli.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove di formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Roma Città Metropolitana