Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Test sierologici gratuiti, a Gaeta al via i primi 200

I primi aventi diritto al test gratuito avranno un ISEE non superiore a 3mila €. Tra questi, precedenza a donne in gravidanza; over 65 affetti da ipertensione e immunodepressi.

Gaeta – A Gaeta sabato 23 maggio prenderanno il via i test sierologici gratuiti. Una scelta che, al momento, vuole tutelare soprattutto le fasce più deboli: innanzitutto, i primi aventi diritto avranno un ISEE non superiore a 3mila €. Tra questi, ad avere la precedenza saranno le donne in gravidanza; gli over 65 affetti da ipertesione; gli immunodepressi; i diabetici; i pazienti cardiopatici.

Dal Municipio di Piazza XIX Maggio, hanno chiarito che in prima battuta si partirà con 200 test gratuiti e, se in seguito ci ci sarà ulteriore disponibilità, si andranno ad ampliare le fasce di reddito che potranno farne richiesta.

“Un’importante azione  – ha sottolineato il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano – destinata soprattutto alle fasce sociali più vulnerabili e deboli della nostra città. I test sierologici, infatti, sono delle analisi del sangue, che si svolgono tramite un semplice prelievo.

Test che servono a capire se la persona è entrata in contatto, in precedenza, col nuovo Coronavirus e ha avuto l’infezione anche in maniera silente. In particolare, si stabilirà se e quando la persona ha sviluppato gli anticorpi specifici per il Sars-CoV-2. Alla luce di questi dati importantissimi, inoltre – conclude Mitrano -, avremo uno strumento in più per pianificare nei dettagli anche la ripartenza“.

Come richiedere l’esame

Ma come fare per richiedere il test? “Per richiedere l’esame gratuito – spiega Gianna Conte, presidente Commissione Sanità – qualora si rientri nei parametri indicati, si può inviare una mail al seguente indirizzo: testsierologici@comune.gaeta.lt.it specificando nome, cognome, luogo e data di nascita, recapito telefonico.

L’esecuzione di questi test – conclude la Conte -, rappresenta un primo screening epidemiologico, finalizzato ad individuare una potenzialità di contagio, monitorando la ricerca dell’asintomatico e garantendo così una maggiore sicurezza alla comunità”.

Morini: “Il Comune si è attivato per raccogliere le richieste dei residenti”

Il Comune – spiega l’assessore alla Sanità Teodolinda Morini –  grazie al centro Gamed che ha messo a disposizione 200 test sierologici gratuiti, si è attivato per raccogliere le richieste dei residenti che hanno le caratteristiche indicate per consentire l’esame gratuito finalizzato ad accertare la presenza del virus Covid-19.

Un  test che rientra nelle indicazioni indicate dal Ministero della Salute sull’affidabilità ed è solo indicativo di un possibile contagio. Se dagli esiti si risulta positivi alle IgM e, quindi, potenzialmente affetti dal Covid-19, ci si dovrà rivolgere al proprio medico di medicina generale per effettuare ulteriori accertamenti“.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Gaeta