Seguici su

Cerca nel sito

Spiagge libere e stabilimenti, a Ostia si parte il 29 maggio. Parcheggio autorizzato sulla Litoranea

Il X Municipio ci ripensa sul divieto di sosta sulla Litoranea. Sulle spiagge libere app contapersone e “piazzole” di 25 mq per un massimo di sei persone con paline segnaposto

Ostia – La stagione balneare sia sulle spiagge libere che negli stabilimenti balneari inizierà il 29 maggio. Sulla via Litoranea, strada che serve gli arenili pubblici dei Cancelli di Castelporziano e Capocotta, saranno ammessi i parcheggi a bordo carreggiata. Sulle spiagge libere saranno create piazzole di 25 mq ciascuna identificate da specifiche paline “segnaposto” e che potranno essere frequentate da un massimo di 6 persone.

Sono le caratteristiche dell’ordinanza di disciplina delle attività balneari trasmessa dal X Municipio al Gabinetto della sindaca Virginia Raggi, atto che dovrebbe essere firmato nelle prossime ore. Il documento è stato presentato oggi alle ore 15,00 dai vertici del parlamentino ostiense alle categorie balneari, sia concessionari degli stabilimenti che ai gestori dei chioschi delle spiagge libere.

LE SPIAGGE LIBERE

La stagione balneare inizierà sulle spiagge libere come negli stabilimenti balneari il 29 maggio. Come ampiamente anticipato, gli arenili pubblici saranno a numero chiuso. Una app del Comune di Roma scaricata sullo smartphone informerà il bagnante in viaggio sul livello di saturazione dei posti e l’auspicio dell’amministrazione è che le informazioni vengano trasmesse anche sui tabelloni a messaggio variabile sul Raccordo Anulare. Le spiagge libere saranno suddivise in piazzole ciascuna da 25 mq di superficie e affiancata da corridoi d’accesso all’arenile. Sarà compito del personale dell’amministrazione controllare il numero di ingressi e verificare il rispetto delle delimitazioni delle singole piazzole. Non è stato detto chi se ne occuperà visto il rifiuto della Polizia locale (leggi qui) di svolgere questo compito.

La spiaggia libera di Castelporziano: piazzole di 25 mq per ogni gruppo di bagnanti

A Capocotta tutti i servizi, inclusa la sanificazione dei servizi igienici, saranno curati dal Consorzio Cinquespiagge che raggruppa i gestori dei chioschi. L’impossibilità di servire adeguatamente e in sicurezza con bus navetta la Litoranea, ha convinto l’amministrazione municipale a soprassedere sul divieto di sosta ai lati della carreggiata, almeno nei tratti in cui questo non costituisca intralcio o pericolo per la circolazione (solo lato terra e non in curva).

Meno chiara l’organizzazione per i Cancelli di Castelporziano e per le spiagge libere di Ostia dove sono confermati i bagni chimici e non è ancora stato comunicato come si assicurerà il servizio di assistenti bagnanti per il salvamento.

GLI STABILIMENTI BALNEARI

Non esiste una unica app per prenotare l’accesso negli stabilimenti balneari anche se ne viene auspicato l’uso. In ogni impianto in concessione, la responsabilità dei controlli spetterà ai gestori. In questo caso la misura delle singole piazzole è di 13,50 mq (Pua del 2006) anche se le linee guida della Regione Lazio indicano sufficienti 10 mq (leggi qui). Sarà in vigore il divieto di accesso al solo fine di raggiungere la battigia e i concessionari dovranno far rispettare anche il divieto di passeggiare sul bagnasciuga. Nell’occasione non è stato detto nulla sull’ipotesi di trasformare la corsia lato mare del lungomare di Ostia in pista ciclopedonale (leggi qui). Probabilmente se ne riparlerà quando ci saranno le idee più chiare.