Seguici su

Cerca nel sito

Serie D. Le retrocessioni proposte dalla Lega Dilettanti: Pomezia e Ladispoli in Eccellenza

In attesa della conferma della Federcalcio, le società virtualmente retrocesse presentano ricorsi e iniziative a propria tutela

Roma – Per avere il quadro ufficiale della prossima stagione calcistica dei Dilettanti, si dovrà attendere la conferma della Federcalcio. Ma intanto, in base alle proposte indicate della Lega Nazionale Dilettanti (leggi qui), si fa un quadro in linee generali, su ciò che sui campi di tutta Italia, accadrà dal 1 settembre.

Secondo quanto deciso dal Consiglio Direttivo dei Dilettanti lo scorso 22 maggio, sarebbero promosse tutte le squadre prime classificate dei nove gironi nazionali. Per quanto riguarda il Girone G della Serie D, che comprende Lazio e Sardegna, la Turris andrebbe in Lega Pro. La squadra sarda con 61 punti farebbe il salto di qualità. Alle sue spalle l’Ostiamare, grazie ad un torneo giocato ad alti livelli, potrebbe essere ripescata. E già nelle scorse settimane veniva indicata come la migliore del campionato. In base alla classifica cristallizzata al 16 febbraio, così come indicato dal comunicato diffuso dalla Lega Nazionale Dilettanti, le quattro ultime del raggruppamento andrebbero in Eccellenza. Sarebbero dunque retrocesse. Tra di esse il Città di Anagni, il Tor Sapienza, il Ladispoli e il Budoni disputerebbero un torneo, che non sarebbe quello della Serie D.

Come immagina il presidente Cosimo Sibilia, già le società sono pronte ai ricorsi. Il Città di Anagni lo ha annunciato, come ha fatto anche il Ladispoli: “Si apprende con disappunto quanto deciso dal Consiglio di Lega circa la retrocessione delle squadre dalla quart’ultima all’ultima posizione – indica la società rossoblu sul proprio sito ufficialenon è accettabile che gli sforzi compiuti dalla nostra società ed il suo futuro calcistico sia deciso a tavolino e non dal rettangolo di gioco”. Proseguendo, la nota conclude: “Verrà predisposto un ricorso agli organi di competenza”. Della stessa linea del Ladispoli è il Budoni. Sulla pagina ufficiale Facebook si legge: “A seguito della proposta fatta dalla Lega Dilettanti, il Budoni si ritiene fortemente dispiaciuta. E intraprenderà tutte le azioni necessarie per tutelare i propri interessi”.

Anche il Pomezia saluterebbe la Serie D con la sua quartultima posizione e i 26 punti accumulati fino all’interruzione del campionato. Nel raggruppamento del Girone E, la squadra pontina scenderebbe in Eccellenza. Il presidente Alessio Bizaglia, come indicato dal  comunicato diffuso dalla società, ha tuonato: “Una decisione di un vero abuso di potere. Chi pensa ai nostri sacrifici? Un’amarezza immensa. Andrò a dirlo direttamente a Sibilia”.

 

Il presidente Sibilia a margine del Consiglio Direttivo ha chiarito: “Attendiamo il pronunciamento del massimo organismo della Federcalcio sulle proposte. E poi cominceremo a pensare alla nuova stagione“.

(Il Faro on line)