Seguici su

Cerca nel sito

2 giugno: niente parata ma sorvolo delle Frecce Tricolori su tutte le regioni d’Italia

Tra le città che saranno sorvolate, Codogno, prima zona rossa dell'emergenza sanitaria che ha colpito il Paese e Loreto

Roma - Salta la tradizionale parata ai Fori Imperiali, ma in occasione della Festa della Repubblica il 2 giugno si terrà una cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso l'Altare della Patria da parte del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Inoltre, in occasione delle celebrazioni, la Pattuglia Acrobatica Nazionale effettuerà una serie di sorvoli, toccando tutte le regioni italiane e abbracciando simbolicamente con i fumi tricolori tutta la Nazione, in segno di unità, solidarietà e di ripresa.

Come fa sapere la Difesa, a partire dal 25 maggio la Pattuglia Acrobatica Nazionale decollerà da Rivolto, sede delle Frecce tricolori, e toccherà – nell’arco di cinque giorni – tutti i capoluoghi di regione.

Tra le città che saranno sorvolate, Codogno, prima zona rossa dell'emergenza sanitaria che ha colpito il Paese e Loreto, dove ha sede l'omonimo santuario della Madonna protettrice dell'Arma Azzurra. Il 2020 è, infatti, l'anno giubilare proclamato da Papa Francesco nel centenario della proclamazione della Beata Vergine di Loreto, 'Patrona degli Aeronauti'.

Il giro d'Italia delle Frecce tricolori si concluderà simbolicamente il 2 giugno, con il sorvolo di Roma in occasione della Festa della Repubblica che, quest’anno, non comprenderà la tradizionale parata ai Fori Imperiali.

Gli aerei porteranno il tricolore sui cieli della Capitale effettuando alcuni passaggi sulla città durante la cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso l’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica.

Nel dettaglio, la Pattuglia Acrobatica Nazionale sorvolerà: il 25 maggio Trento, Codogno, Milano, Torino e Aosta; il 26 maggio Genova, Firenze, Perugia e L'Aquila, il 27 maggio Cagliari e Palermo; il 28 maggio Catanzaro, Bari, Potenza, Napoli e Campobasso; il 29 maggio Loreto, Ancona, Bologna, Venezia e Trieste. (fonte Adnkronos)