Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19 nel Lazio, Zingaretti: “Roma era il pericolo ma abbiamo lavorato bene”

Il governatore: "Ce l'abbiamo fatta con la prevenzione, la ricerca dei contagi appena si individuava un positivo, strutture di contenimento"

Roma – “Sin dall’inizio per noi il pericolo è stata la Capitale con circa 4 milioni di abitanti, con il più grande aeroporto e porto a Civitavecchia, la Città del Vaticano e una presenza internazionale quasi ingovernabile”. Così il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti intervistato da SkyTg24 sul tema dei dati sui contagi registrati ieri a Roma e nel Lazio, i più bassi dall’inizio dell’emergenza Covid-19.

“Ce l’abbiamo fatta con la prevenzione, la ricerca dei contagi appena si individuava un positivo, strutture di contenimento. Ce l’abbiamo fatta a differenza di altre Nazioni dove purtroppo i grandi focali si concentrano proprio nelle grandi metropoli, vedi Londra, Madrid, New York. Abbiamo difeso, in questo modo, il cuore pulsante del sistema, in uno spirito di solidarietà con l’Italia”, aggiunge. (fonte Adnkronos)