Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Estate 2020 a Fiumicino, DemoS: “Necessario un ‘Piano Sicurezza’ per le spiagge libere”

"Continuiamo a ribadire che il Comune ha la responsabilità della salvaguardia delle spiagge libere e la tutela della salute di chi le frequenta"

Fiumicino – “Da tempo chiediamo di affrontare il tema della tutela della salute e dell’incolumità pubblica sulle spiagge libere presenti nel territorio comunale. Apprendiamo dalla stampa locale che è stato approvato un piano comunale (leggi qui) che sembra (attendiamo informazioni per i dettagli) non aver preso in considerazione la presenza nelle spiagge libere di una importante figura come quella dell’assistente bagnante“.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dal gruppo DemoS di Fiumicino, che prosegue: “Continuiamo a ribadire che il Comune ha la responsabilità della salvaguardia delle spiagge libere e la tutela della salute di chi le frequenta. Per questo motivo chiediamo al Sindaco e tutte le forze politiche locali, come hanno già fatto in altri Comuni, di redigere un Piano Comunale Balneare che non si basi esclusivamente sul volontariato.

L’Amministrazione comunale ha il dovere di supportare i nostri ragazzi ad inserirsi nel mondo del lavoro e se non adoperiamo in modo adeguato risorse importanti del territorio come quello della nostro litorale come intendiamo aiutarli?

Con la difficoltà degli spostamenti in altre regioni, minori risorse economiche a disposizione delle famiglie e minore disponibilità di posti negli stabilimenti, quest’anno le spiagge libere subiranno sicuramente un maggior afflusso di bagnanti e non possiamo condividere, nonostante i fondi regionali messi a disposizione per il controllo e sicurezza delle spiagge libere, un percorso che non preveda assunzioni di figure competenti e qualificate per effettuare il servizio di salvataggio e soccorso.

Eppure non è certo impossibile per il nostro comune realizzare un piano balneare che preveda tutti gli anni nella stagione estiva, come in altri comuni costieri del Lazio, la tutela dei residenti e dei turisti attraverso un servizio di assistenti bagnanti. La mozione che abbiamo presentato rappresenta di fatto un punto che abbiamo proposto di inserire nel programma elettorale del sindaco ‘Progetto Spiagge Sicure’. Per questo motivo vogliamo far iniziare una riflessione a tutte le forze politiche che hanno sottoscritto ed appoggiato il suddetto programma.

Nel frattempo ci rivolgiamo anche al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, alla sua Giunta ed a tutte le forze politiche presenti in regione, di rendere anche per i comuni, come per i concessionari, l’obbligo di fornire il sevizio di assistenza, salvataggio e soccorso nelle spiagge di loro gestione. Un azione che riteniamo necessaria per l’incolumità dei bagnanti, per la tutela dell’ambiente e per la creazione di nuovi posti di lavoro seppur stagionali”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino