Seguici su

Cerca nel sito

Atletico Terme Fiuggi, King Kong Moriconi: “Primo anno in Serie D positivo”

Il difensore commenta le proposte della Lega Dilettanti, la stagione e la sua somiglianza con Giorgio Chiellini

Fiuggi – Venerdì scorso il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ha messo a punto le proposte in relazione ai meccanismi di promozioni e retrocessioni della stagione appena conclusa.

In Serie D ha fatto scalpore la scelta di far retrocedere ben quattro squadre venendo invece ammesse al prossimo campionato di Serie C le prime di ogni girone. Ne abbiamo discusso con il difensore dell’Atletico Terme Fiuggi Pierluigi Moriconi, con i termali comunque al sicuro avendo terminato la stagione al dodicesimo posto nel girone F: “Sono d’accordo con la decisione di premiare le prime classificate, mentre per quanto riguarda le retrocessioni credo che più di qualche squadra presenterà ricorso. Capisco che è stata una proposta che lascia l’amaro in bocca ma comunque la Lega doveva prendere una posizione. Purtroppo si è verificata una situazione che non era mai capitata“.

Guardando invece alla ripresa Moriconi afferma: “Da qualche voce che circola forse ci sarà la possibilità di riprendere a settembre, ma mettere tutti gli impianti in sicurezza e garantire la massima tutela non sarà assolutamente semplice. Mi auguro che si possa ripartire il prima possibile anche perché in questi mesi il calcio è mancato moltissimo, è mancato lo stare insieme e vivere quella che poi era per noi una quotidianità”.

Per il difensore si è trattato della prima esperienza in Serie D della sua carriera, e in merito dichiara: “Sicuramente è stato un anno positivo e che mi ha lasciato tanto. Inoltre, abito a due passi da Fiuggi e quindi qui mi sento a casa. Ho legato con tutti i compagni sin dall’inizio e mi sono trovato benissimo con staff e società”. E poi quel soprannome che richiama alla mente un grande calciatore italiano, King Kong Chiellini: “Sì, tutti mi hanno soprannominato il Chiellini della Serie D, per movenze, per aspetto e per il modo di giocare. Tant’è che anche la mia esultanza è come la sua. Porto questo soprannome con immenso piacere”.

(foto@Laconi)