Seguici su

Cerca nel sito

Fondi e l’estate al mare ai tempi del Coronavirus: tra spiagge libere delimitate e non delimitate

Circa il 70% del litorale fondano è fatto di spiagge libere. Il Vicesindaco: "L’impegno dell’amministrazione sarà di utilizzare al meglio le risorse stanziate dalla Regione ."

Fondi – Domenica nella Regione Lazio è ufficialmente partita l’estate al mare ai tempi del Coronavirus. Una partenza complicata tra ordinanze regionali, sindacali e quel maltempo sparso che ha intimorito ancor più i primi bagnanti.

Una stagione balneare partita anche a Fondi, ormai ex zona rossa, che cerca di tenere testa alla crisi economica come meglio può. Il vicesindaco facente funzioni, Beniamino Maschietto, infatti, nei giorni scorsi ha pubblicato l’ordinanza che regola la fruizione del litorale fondano: sarà una stagione tra distanziamento, cartelli informativi e controlli serrati da parte di noleggiatori e forze dell’ordine.

La novità: spiagge libere delimitate o non delimitate

Una stagione resa ancor più particolare, dal fatto che il litorale fondano è composto per circa il 70% delle spiagge libere. “Oltre il 70% delle spiagge del nostro territorio – ha spiegato infatti il Vicesindaco nell’ordinanza – sono e restano libere e l’impegno dell’amministrazione è di utilizzare nel migliore dei modi le risorse stanziate dalla Regione Lazio per rendere il più possibile fruibili proprio i tratti di spiaggia libera nel rispetto delle misure di prevenzione finalizzate a scongiurare il contagio.”

Per questo motivo, il Comune ha deciso di inserire una novità, che renda più facile la fruizione del litorale: le spiagge libere saranno, infatti, divise in delimitate o non delimitate. 

Le spiagge libere non delimitate si estenderanno da località Capratica, partendo dalla concessione del lido San Salvador in direzione Sperlonga, fino al confine comunale; da località Rio Claro – dalla concessione assegnata alla Coop. Marina di Rio Claro – fino al Canale Canneto a confine con il Comune di Terracina.

Le spiagge libere delimitate, invece, riguarderanno il tratto di costa che va dalla concessione del lido San Salvador, fino alla località Rio Claro a confine con la concessione assegnata alla Coop. Marina di Rio Claro.

La differenza

Ma quale sarà l’effettiva differenza tra spiagge libere delimitate e non? Sulle spiagge non delimitate sarà installata la cartellonistica che indichi le modalità di fruizione delle spiagge. Qui saranno gli utenti che dovranno individuare uno spazio (di circa 16 metri quadrati) dove potersi posizionare.

In quelle delimitate, invece, lo spazio (sempre di 16 metri quadrati) sarà già individuato e delimitato. In ogni area potranno esserci al massimo cinque persone e bisognerà garantire la distanza interpersonale di almeno un metro dai bagnanti con cui non si condivide l’ombrellone.

Certamente ci saranno i controlli, ma il vicesindaco si è appellato soprattutto alla responsabilità civica “di tutti i frequentatori”, la città deve riprendersi dallo shock economico subito, ma deve farlo nel rispetto delle prescrizioni.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fondi