Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Carolina Kostner: “Fiera di condividere i successi con il mio Paese”

Il bronzo olimpico a Sochi parla della responsabilità di portare i colori azzurri sul ghiaccio. Ai microfoni di Raisport racconta la gioia di essere una campionessa italiana

La poesia sul ghiaccio, una danza magica senza fine sui pattini. Carolina è l’amore per il pattinaggio. Lo esprime nei suoi movimenti che incantano il pubblico. E’ oggi uno dei simboli dello sport azzurro.

L’atleta azzurra ha scritto pagine indelebili del pattinaggio artistico. E’ lei la Regina della disciplina. Sorriso semplice, sensibilità d’animo e dolcezza. Dagli occhi, fino ai pattini.

La Kostner ha vinto il bronzo alle Olimpiadi Invernali di Sochi nel 2014, dopo aver inanellato una miriade di medaglie individuali in giro per il mondo. Nel 2012 ha vinto il Mondiale, nel 2008 e nel 2013 ha conquistato l’argento e nel 2011 e nel 2014 per lei c’è stato il terzo posto. Per cinque volte è salita sul primo gradino del podio agli Europei e ha aggiunto poi altre sei medaglie nella competizione continentale. Ha vinto la Finale del Grand Prix nel 2011. Nove volte campionessa italiana. Per due stagioni è stata la migliore del  circuito internazionale della classifica ISU.

Negli ultimi Giochi Invernali di PyeongChang la Fatina del Ghiaccio è stata l’Alfiere dell’Italia Team in Corea del Sud nella cerimonia di chiusura. Lo ha portato quel Tricolore tra le mani, omaggiando i valori del suo Paese e onorandone i colori. Lo ha fatto però per la seconda volta. Già a Torino 2006, la danzatrice altoatesina portò la Bandiera dell’Italia.

E in questa Festa della Repubblica, Carolina esprime la sua fierezza ai microfoni di Raisport. E’ sempre un onore gareggiare per l’Italia sottolinea e donare medaglie e successi al suo Paese è un orgoglio: “Rappresentare l’Italia è sempre particolare. Senti la responsabilità di farlo. E quando vinci senti la gioia di poter condividere il tuo successo con un intero Paese”.