Seguici su

Cerca nel sito

Covid-19: cinque in tutto i nuovi casi positivi nel Lazio, 50 i guariti in 24 ore

D'Amato: "I decessi sono stati 2 nelle ultime 24h, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.155 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 260 mila"

Roma – “Oggi registriamo un dato di 5 casi positivi, continuano a crescere i guariti che sono stati 50 nelle ultime 24h. A Roma città si registrano solo tre nuovi casi. Manteniamo alto il livello di attenzione in vista delle riaperture del 3 giugno.

Proseguono le attività per i test sierologici agli operatori sanitari e delle Forze dell’Ordine. Prosegue l’attività ai drive-in per i tamponi ed è stato potenziato il ‘contact tracing’ con una riunione operativa ogni giorno con le Asl sui tracciamenti.

I decessi sono stati 2 nelle ultime 24h, mentre il numero complessivo dei guariti è di 4.155 totali e i tamponi totali eseguiti sono stati oltre 260 mila” commenta l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

La situazione nelle Asl, Policlinici e Aziende Ospedaliere

Asl Roma 1 – 3 nuovi casi positivi. 24 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 2 – Non si registrano nuovi casi positivi. 7 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 3 – Non si registrano nuovi casi positivi. 26 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 4 – Non si registrano nuovi casi positivi. 22 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 5 – Non si registrano nuovi casi positivi. 6 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl Roma 6 – Non si registrano nuovi casi positivi. 35 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare

Asl di Frosinone – 2 nuovo caso positivo. 0 decessi. 2 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl di Latina – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 17 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl di Rieti – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 3 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare;

Asl di Viterbo – Non si registrano nuovi casi positivi. 0 decessi. 17 le persone che sono uscite dalla sorveglianza domiciliare

Azienda Ospedaliero-Universitaria Sant’Andrea – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;

Azienda Ospedaliera San Camillo – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;

Azienda Ospedaliera San Giovanni – Conclusi i test per l’indagine sierologica sul personale sanitario. Partiti i test sierologici per i privati cittadini;

Policlinico Umberto I – 45 pazienti ricoverati di cui 3 in terapia intensiva;

Policlinico Tor Vergata – 10 pazienti ricoverati. Ultimati i test di sieroprevalenza sugli operatori sanitari;

Policlinico Gemelli – 43 pazienti ricoverati al Covid Hospital Columbus di cui 6 in terapia intensiva. 2 pazienti guariti;

Policlinico Campus Bio-medico – 13 pazienti ricoverati al Covid Center Campus Bio-medico di cui 8 in terapia intensiva. Ripresa attività ambulatoriale;

Ares 118 – Operativo al numero verde 800.118.800 il servizio di assistenza psicologica per i cittadini;

IFO – Operativo il laboratorio per il test sierologico e il laboratorio per il test COVID H24;

Ospedale Pediatrico Bambino Gesù – restano 3 bambini ricoverati al centro Covid di Palidoro.

Zingaretti: “Teniamo alta la guardia”

Domani finisce il lockdown. Il nostro primo pensiero va alle vittime, alle loro famiglie a chi ora e’ affetto dal virus ed e’ in cura. In queste settimane anche nel Lazio abbiamo lottato per contenerne al massimo la diffusione e la letalità e insieme grazie allo sforzo di tutti ci siamo riusciti. Ora inizia una fase nuova, quella della vita che continua e di convivenza con questa maledetta bestia.

Ma possiamo farcela anche questa volta. Molta più gente circolerà, proveniente anche da molti Paesi europei. Roma e il Lazio tornano alla loro vocazione naturale, ma aumenterà un po’ il rischio e quindi ancora di più con responsabilità teniamo alta la guardia: distanza, igiene, mascherine. Ovunque dove si può misuriamo la temperatura, non è un problema, è una scelta che aumenta la sicurezza. L’economia deve ripartire per difendere il lavoro e le prospettive di vita della nostra comunità.

Voglio dire grazie a tutti i cittadini che in questi mesi drammatici, collaborando, ci hanno permesso di ottenere risultati e salvare molte vite umane. In primo luogo gli operatori della sanità, ma anche chi nelle settimane più dure non ha mai smesso, gli imprenditori che hanno tenuto per tutti noi aperta la loto azienda e i lavoratori della distribuzione alimentare, o delle banche o delle poste o degli apparati dello Stato che ci hanno permesso di andare avanti.

Grazie a chi in queste settimane ha ripreso a lavorare, ad aprire il proprio negozio, la propria impresa e lo ha fatto rispettando le nuove regole garantendo maggiore sicurezza. Grazie ai bambini e ai ragazzi, che hanno resistito, e grazie ai loro insegnanti, che con tutte le difficoltà di questo momento, hanno continuato ad assicurare la loro indispensabile presenza. Grazie davvero perché è il modo di vincere. È dura ma ce la faremo“. Lo scrive in una nota il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.