Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, precipita dal ponteggio: morto sul colpo

Drammatico incidente sul lavoro in un cantiere edile di via Umberto Grosso. Muore Carlo Picchereddu, operaio di 59 anni

Ostia – È precipitato da un altezza di una decina di metri e per lui non c’è stato nulla da fare. Un operaio di 59 anni, Carlo Picchereddu, è morto sul colpo oggi pomeriggio mentre lavorava alla manutenzione della facciata di una palazzina in via Umberto Grosso. Secondo una prima ipotesi l’uomo sarebbe precipitato per il cedimento dell’impalcatura.

Secondo una prima ricostruzione l’incidente è avvenuto intorno alle ore 16.00, quando ormai stava per finire il turno di lavoro nel cantiere della palazzina di via Umberto Grosso 34. L’uomo, un italiano di 59 anni, è caduto nel vuoto dal terzo piano e l’impatto con il suolo gli è stato fatale.

Il luogo del drammatico incidente sul lavoro

Sul posto si sono recati i soccorritori dell’Ares 118 e una pattuglia dei carabinieri che hanno avviato le indagini. Sì cercherà di capire se l’incidente sul lavoro è avvenuto per improvviso malore dell’operaio o se per carenza di misure di sicurezza.

Alle 19,39, dopo diverse ore dall’accaduto, il pm di turno non aveva ancora autorizzato la rimozione del corpo che verrà sottoposto a esame autoptico. Lo piangono la moglie e due figli.

L’ispezione dei vigili del fuoco sull’impalcatura

I vigili del fuoco con l’autoscala hanno raggiunto il punto dal quale è caduto l’operaio e tra le ipotesi all’origine del tragico incidente c’è il cedimento dell’impalcatura.

foto di Manuela Neri