Seguici su

Cerca nel sito

Pallavolo, l’aggiornamento del protocollo sulle modalità di allenamento

In costante evoluzione il documento che indica le linee guida per l’intero movimento. Dai professionisti, fino agli juniores. Le linee guida per il sitting volley e il beach

Roma – All’interno del protocollo (qui il documento) sono indicate le possibili modalità di allenamento per la pallavolo, con la distinzione tra Alto livello (serie A e squadre Nazionali), Campionati Nazionali (Serie B), Under 19 e  Campionati di Serie (Regionali e Territoriali) – Campionati di Categoria fino all’under 17 (compresa) – Attività Promozionale.

Le indicazioni saranno in costante aggiornamento, in parallelo con l’evoluzione epidemica e sulla base delle indicazioni governative emanate.

Pallavolo / Alto livello (serie A e squadre Nazionali), Campionati Nazionali (Serie B) e Under 19

Quali attività si potranno fare?

1)Tutte le forme di preparazione fisica in presenza:

-nelle sale pesi ad uso esclusivo, nel rispetto delle regole di accesso limitato, uso dei DPI (mascherina e guanti monouso), distanza di sicurezza di almeno 2 metri, pulizia e disinfezione degli attrezzi al termine di ogni esercizio e tra una sessione e un’altra di allenamento;

-nelle sale pesi pubbliche in rispetto dei loro regolamenti previsti;-sul campo di gioco mantenendo la distanza di sicurezza di almeno 2 metri;

– individualmente, nella propria residenza, da remoto.

2)Tutte le forme di allenamento tecnico individuale;

3)Tutte le forme di allenamento in gruppi, esercizi sintetici e tutte le forme di gioco 6 vs 6 purché ci sia il rispetto imprescindibile delle regole 3, 4, 5 sotto riportate.

Come svolgere l’attività?

  1. Misurazione della temperatura in entrata: come previsto al punto 1 del capitolo “Modalità di ingresso negli impianti sportivi e gestione entrate e uscite del presente protocollo;
  2. Raccomandato il ricorso a test sierologici preventivi allo svolgimento dell’attività, pur non rappresentando questi stessi una certificazione di immunità (come previsto dalle attuali indicazioni scientifiche); nello svolgimento di tale attività preventiva, dovranno essere seguiti gli iter protocollari previsti dal sistema sanitario nazionale;
  3. Utilizzo della mascherina qualora non si possa garantire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 2 metri; in caso di utilizzo della mascherina si raccomanda di aumentare il numero di brevi pause recupero/respirazione senza mascherina mantenendo sempre la necessaria distanza di sicurezza di almeno 2 metri.
  4. Disinfezione dei palloni al termine di ogni esercizio/scambio/azione di gioco: è raccomandato l’uso di almeno due cesti che conterranno da una parte i palloni disinfettati pronti ad essere utilizzati, dall’altra i palloni utilizzati da disinfettare; la disinfezione avverrà anche durante lo svolgimento del gioco a cura di un operatore sportivo, utilizzando apposita soluzione certificata, al fine di avere un numero di palloni sempre sufficiente per garantire un buon ritmo di allenamento/gioco.
  5. Raccomandata la frequente pulizia e disinfezione delle mani con soluzioni certificate, al termine di ogni esercizio/scambio/azione di gioco.
  6. Utilizzo scarpe dedicate (da cambiarsi all’ingresso in campo ed all’uscita)
  7. Tra una seduta di allenamento e la successiva devono intercorrere non meno di 15 minuti e comunque il tempo necessario per garantire il ripristino delle condizioni di pulizia, disinfezione e sanificazione.
  8. Tutti coloro che non sono coinvolti nell’allestimento – pulizia – disinfezione – sanificazione del campo di gioco devono entrare al massimo 5 minuti prima dell’orario di inizio dell’allenamento e devono uscire dallo stesso entro 5 minuti del termine dello stesso.

Pallavolo / Campionati di Serie (Regionali e Territoriali) – Campionati di Categoria fino all’under 17 (compresa) – Attività Promozionale

Quali attività si possono fare?

In considerazione che l’attività di queste categorie riprenderà presumibilmente non prima della fine di agosto/inizio di settembre, nel periodo indicato in questo protocollo (3 – 14 giugno 2020), sarà possibile svolgere le seguenti attività in rispetto delle regole sotto riportate:

  1. Tutte le attività motorie devono essere svolte con progressività di ritmo ed intensità.
  2. È raccomandato, laddove possibile, lo svolgimento delle attività di allenamento in spazi aperti.
  3. Tutte le forme di riscaldamento attivazione con giochi o esercizi individuali.
  4. Tutte le forme di allenamento tecnico individuale con esercizi analitici, garantendo il rispetto delle regole 2, 3 e 4 sotto riportate;
  5. Tutte le forme di esercizi in coppie o terne garantendo il rispetto delle regole 2, 3 e 4 sotto riportate;
  6. Tutte le forme di esercizi sintetici, dove non sono previsti o prevedibili i contatti tra atleti (interventi situazionali in difesa, ricezione, il muro solo individuale, ecc.): è possibile il passaggio della palla tra gli atleti rispettando le regole 2, 3 e 4 sotto riportate.
  7. La Preparazione Fisica:

– Nelle sale pesi pubbliche in rispetto dei loro regolamenti previsti;

– Sul campo di gioco mantenendo la distanza di sicurezza di almeno 2 metri;

– individualmente, nella propria residenza, da remoto.

Come svolgere l’attività?

  1. Misurazione della temperatura in entrata: come previsto al punto 1 del capitolo “Modalità di ingresso negli impianti sportivi e gestione entrate e uscite del presente protocollo”;
  2. Utilizzo della mascherina qualora non si possa garantire il rispetto della distanza di sicurezza di almeno 2 metri; in caso di utilizzo della mascherina si raccomanda di aumentare il numero di brevi pause recupero/respirazione senza mascherina mantenendo sempre la necessaria distanza di sicurezza di almeno 2 metri.
  3. Disinfezione dei palloni al termine di ogni esercizio/scambio/azione di gioco: è raccomandato l’uso di almeno due cesti che conterranno da una parte i palloni disinfettati pronti ad essere utilizzati, dall’altra i palloni utilizzati da disinfettare; la disinfezione avverrà anche durante lo svolgimento del gioco a cura di un operatore sportivo, utilizzando apposita soluzione certificata, al fine di avere un numero di palloni sempre sufficiente per garantire un buon ritmo di allenamento/gioco.
  4. Raccomandata la frequente pulizia e disinfezione delle mani con soluzioni certificate, al termine di ogni esercizio/scambio/azione di gioco.
  5. Utilizzo scarpe dedicate (da cambiarsi all’ingresso in campo ed all’uscita).
  6. Tra una seduta di allenamento e la successiva devono intercorrere non meno di 15 minuti e comunque il tempo necessario per garantire il ripristino delle condizioni di pulizia, disinfezione e sanificazione.
  7. Tutti coloro che non sono coinvolti nell’allestimento – pulizia – disinfezione – sanificazione del campo di gioco devono entrare al massimo 5 minuti prima dell’orario di inizio dell’allenamento e devono uscire dallo stesso entro 5 minuti del termine dello stesso.

Sono atleti di interesse nazionale indoor e sitting volley (Regolamento Squadre Nazionali)

Art. 1 – Definizioni di Atleta Azzurro e Atleta d’Interesse Nazionale

1.1 Acquisiscono la qualifica di “Azzurri” gli Atleti chiamati a comporre le Squadre Nazionali che prendono parte – sotto l’egida della F.I.P.A.V.- ad incontri

internazionali ufficiali tra Squadre Nazionali o a Manifestazioni internazionali indette dal C.I.O., dal C.O.N.I., dalla F.I.P.A.V. e dagli Organismi internazionali da essa riconosciuti.

1.2 Acquisiscono la qualifica di “Atleta d’Interesse Nazionale” gli Atleti che risultano trovarsi anche in una sola delle seguenti condizioni:

  1. a) Convocato in manifestazioni olimpiche, mondiali o europee a livello di categoria Juniores o Pre-Juniores;
  2. b) Convocato in collegiali di preparazione a manifestazioni internazionali. Le qualifiche di “Azzurri” e di“Atleti d’interesse Nazionale” permangono fino al termine della stagione agonistica successiva a quella nella quale sono state acquisite, salvo interruzione del tesseramento federale e/o dichiarazione di ritiro dall’ attività nazionale.

Discipline specifiche

Le linee guida per gli allenamenti del sitting volley

Le linee guida per gli allenamenti del beach volley

(fonte@federvolley.it)(foto@PaolaLibralato)