Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Coppa Italia, al minuto di silenzio anche la Nazionale dell’Emergenza

Tre rappresentanti dei medici a bordo campo, per l’inizio delle due gare del week end. Il ringraziamento del calcio ai sanitari del Paese

Anche la Nazionale dell’Emergenza in campo. O almeno una parte di essa. Ci saranno tre sanitari italiani per il calcio di inizio delle due semifinali di Coppa Italia, in programma questo fine settimana.

Sarà osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime della pandemia da coronavirus. E ad ascoltare quel silenzio assordante, ci saranno anche tre rappresentanti di medici, infermieri e volontari. Giocatori in campo e sanitari a bordo campo. Onorando chi sta lotta, chi ha vinto e chi non ce l’ha fatta.

Riparte la Serie A in Italia e lo fa con il Trofeo Nazionale di cui si disputerà finale il 17 giugno. intanto ecco le due partite che decideranno i protagonisti della gara per il titolo: Juventus – Milan il 13 giugno e Napoli – Inter il 14. La squadra rossonera nell’occasione indosserà la maglia con la scritta Andrà Tutto Bene.

Tutto il calcio, ospitando i tre sanitari italiani, ringrazierà chi non ha mai mollato in corsia in questi lunghi mesi di epidemia. E lo farà ancora,  come da programma Federcalcio, appena sarà possibile, premiando la Nazionale Italiana dell’Emergenza, ossia medici, sanitari e infermieri, porgendo loro lo Scudetto del Cuore (leggi qui). Intanto sarà la Coppa Italia ad omaggiare gli eroi del 2020.

Sin dai primi giorni della pandemia, la Lega Serie A, insieme ai 20 club italiani associati, hanno voluto sostenere il Servizio Sanitario Nazionale. Tutti insieme per la vita, come una unica squadra. Tutte le iniziative intraprese sono raccontate e diffuse dalla campagna social “WEAREONETEAM – TIFIAMO TUTTI PER LA STESSA SQUADRA”, patrocinata dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore di Sanità e la Protezione Civile e disponibile sul sito internet della WEAREONETEAM – TIFIAMO TUTTI PER LA STESSA SQUADRA.

Regole di gioco. In caso di parità, subito ai rigori

Niente supplementari per le due semifinali e per la finale di Coppa Italia, ma si va direttamente ai rigori: il Consiglio della Lega di A ha approvato, solo per questa stagione, una modifica al regolamento della Coppa, accorciando i tempi della partita.

In caso di parità nelle due semifinali di ritorno che restano da giocare (Juve-Milan, andata 1-1, e Napoli-Inter, andata 1-0) anche nei numeri dei gol, tra andata e ritorno, si va direttamente ai rigori. Per la finale del 17 giugno, direttamente ai rigori se i 90′ finiscono in parità (ansa.it).

(Il Faro on line)