Seguici su

Cerca nel sito

A Gaeta tagliato il nastro dell’Ostello del Golfo: ora è realtà

Un progetto comprensoriale che guarda al rilancio turistico in una nuova chiave, che trae forza dalla sue radici storici e dalla propria cultura

Gaeta – Tagliato il nastro dell’ostello del Golfo, un sogno diventato realtà, che da oggi, a Gaeta, in via Amalfi 4, apre i battenti. Una struttura fortemente voluta dall’Ipab Santissima Annunziata e realizzato con il contributo del fondo nazionale politiche giovanili, il sostegno della Regione Lazio (Progetto Itinerario giovani), con la collaborazione dell’amministrazione.

Una struttura sita in uno dei cuori pulsanti della città, ovvero a ridosso di Serapo, che non solo sarà dotati di 25 posti letto oltre che di sala polivalente, sala tv/pc, infopoint, area di cottura e sala ricettiva, ma che già il giorno dell’apertura ufficiale ha registrato il tutto esaurito.

Un progetto che vuole dare spazio e voce ai giovani (soprattutto, quindi, under35), in modo che possano permettersi di visitare uno dei comprensori più belli del Lazio, ma anche di frequentare corsi di formazione e gastronomia locale. Un progetto che si basa su una visione di sviluppo comprensoriale (anche il nome, dell’ostello stesso, porta in sé questo tipo di spirito) che guarda al rilancio turistico in una nuova chiave, che trae forza dalla sue radici storici e dalla propria cultura.

Tanti giovani – ha sottolineato Luciana Selmi, presidente dell’Ipab Santissima Annunziata – potranno usufruire e godere di questi luoghi, con prezzi accessibili e calmierati. E potranno usufruire del Polo Museale”.

Soddisfatto anche il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, che ha sottolineato: “Questo dell’ostello è un progetto vincente a 360 gradi, poiché si è riusciti a valorizzare un immobile inutilizzato da anni, tirando fuori un servizio per la collettività, massimizzando l’offerta turistica”.

Un messaggio di speranza è arrivato anche dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presente all’inaugurazione che ha voluto ricordare quanto questo progetto, pensato mesi fa, prima della pandemia, sia attuale più che mai.

“Questo ostello – ha evidenziato Zingaretti -, uno dei 9 del più grande piano nazionale di apertura di ostelli della gioventù, permetterà a questa generazione così colpita di continuare a vivere la propria età. Quindi grazie. Grazie per questo bellissimo Ostello. Congratulazioni perché si copre di un significato che va oltre quello per cui era stato pensato ormai diversi mesi. C’è bisogno di uno spirito di comunità per cambiare in meglio le cose“.

Poi un brindisi. Sulla terrazza dell’ostello. A suggellare questo momento, che ha visto unite tante persone anche di fazioni politiche diverse. Ricordiamo, infatti, infine, che erano presenti anche il senatore Claudio Fazzone,
l’onorevole Raffaele Trano, presidente della commissione Finanze della Camera, l’arcivescovo di Gaeta Monsignor Luigi Vari e gli assessori regionali Massimiliano Valeriani ed Enrica Onorati.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Gaeta