Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Formia a un passo da una rivoluzione urbanistica? Ecco cosa cambierà secondo i progetti del Sindaco

Il Sindaco: "Il Molo Azzurra diventerà una unica banchin, con le paranze, il pescato del giorno, ma anche locali e tavolini, dove poter sorseggiare un drink in tutto relax"

Formia – Di recente, Formia sembra essere sull’orlo di una rivoluzione urbanistica: dal nuovo polo scolastico a Mola (il cui progetto di fattibilità è già stato presentato leggi qui), alla pedonalizzazione di ponte Tallini (leggi qui) fino al nuovo piano regolatore portuale (leggi qui).

Ma come sarà, allora, secondo il sindaco, Paola Villa, la Formia del futuro? Noi de ilfaroonline.it le abbiamo fatto proprio questa domanda, quando, nei giorni scorsi, è stata ospite della puntata di Ponte di comando trasmessa in diretta facebook.

Un palazzetto dello sport nel cuore di Mola

“Una delle grandi novità per la Formia del futuro – ha sottolineato il Sindaco durante l’intervista – riguarda sicuramente il rione di Mola. Non solo per il nuovo polo scolastico, ma perché, laddove sorge attualmente la scuola media, nascerà un palazzetto dello sport e una piazza che si ricongiungerà con il mare, elemento caratteristico della città e di Mola stessa“.

Ponte Tallini e il nuovo piano regolatore portuale

Non solo. Una seconda rivoluzione, arrivata in mezzo a tante polemiche, come già detto poco sopra è stata quella della pedonalizzazione di ponte Tallini, nel cuore del centro cittadino. “Il ponte – ha sottolineato il Sindaco – rimarrà pedonale e sarà una lingua che, una volta arredata in maniera innovativa, da via Vitruvio porterà alla darsena La Quercia e al Molo Azzurra“.

E infine: “Poi, tra dodici mesi, vorrei festeggiare il trasferimento dei traghetti in partenza per le isole pontine al Molo Vespucci, in modo tale che il Molo Azzurra diventi una unica banchina dove poter avere le paranze, il pescato del giorno, ma anche locali e tavolini, dove poter sorseggiare un drink in tutto relax”.

Il nuovo waterfront di Formia non è ancora stato definito del tutto (esiste una bozza, ma non ancora approvata), ma il futuro della città sembra farsi un po’ più chiaro: da una parte il tornare a intrecciare il proprio destino a quello dello sport (come dimostrerebbe la volontà di costruire un Palazzetto nel cuore di Mola), dall’altra, tornare a dare centralità al rapporto dei formiani con il mare, lasciato da parte negli ultimi anni.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia