Seguici su

Cerca nel sito

Ostia, erosione e abbandono: crolla il bar de “La Casetta”

Da stabilimento dei vip a rudere abitato da abusivi che crolla per la mareggiata: il triste declino de La Casetta

Ostia – Da stabilimento di lusso, meta di politici e personaggi pubblici, a relitto pericoloso per i bagnanti. È la triste meteora dello stabilimento balneare “La Casetta”. L’erosione innescata dalle ultime mareggiate unita allo stato d’abbandono in cui versa per la decisione del X Municipio di non rinnovare la concessione, hanno trasformato l’impianto in luogo pericoloso abitato da senza fissa dimora.

Quelle che vi proponiamo in questo articolo sono le immagini del bar di spiaggia de “La Casetta”. La mareggiata ha distrutto la palizzata di sostegno e la struttura sta crollando in acqua. Per chi passeggia lungo la battigia è un vero pericolo oltre che un ostacolo che spacca in due la spiaggia di levante.

Lo stato d’abbandono dello stabilimento, abitato da senza fissa dimora, e l’avanzare dell’erosione hanno precise responsabilità. Il X Municipio non ha rinnovato la concessione scaduta nel 2016 sostenendo che lo stabilimento balneare presentasse abusi edilizi: circostanza negata dal Consiglio di Stato. Ma il rinnovo non è avvenuto ugualmente.

Per i mancati interventi anti erosione le responsabilità sono in Regione Lazio: un progetto di difesa della costa già finanziato da 5 milioni di euro è fermo da diversi anni per ragioni incomprensibili.

Il bar di spiaggia de La Casetta, dai vip all’abbandono più estremo

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: il turismo ha perso un fiore all’occhiello e la pubblica amministrazione dimostra ancora una volta la sua distanza da Ostia.