Seguici su

Cerca nel sito

A Terracina i sentieri montani entrano ufficialmente nella rete nazionale del Club alpino

Barone: "Il lavoro svolto permetterà di stimolare un turismo outdoor. Ci saranno nuove opportunità di mercato"

Terracina – Terracina, da sempre nota come bella località di storia e di mare, ora può vantare anche oltre 55 chilometri di sentieri montani, inseriti nella Rete sentieristica nazionale del Club alpino italiano. Tutti questi percorsi, ora in corso di segnalazione con la tipica bandierina rossa e bianca, sono praticabili dagli appassionati e da chiunque voglia scoprire un aspetto di questa terra rimasto nascosto per troppo tempo.

Le nostre montagne – spiegano i promotori dell’iniziativa – sono lì, ci sono sempre state, ma forse le abbiamo sempre considerate solo come custodi silenziosi della città e del suo mare cristallino. E invece una grande passione per la natura e la capacità di mettersi in gioco anche di fronte a sfide che sembrano impossibili, ha spinto “Terracina Network Trails”; “Svalvolati Into The Wild”; “Fare Verde Terracina”; e la nostra associazione Le Colline di Santo Stefano a lavorare insieme per individuare i sentieri, renderli praticabili e mapparli“.

Il risultato del lavoro svolto dalle quattro associazioni è stato presentato durante la conferenza stampa del 26 giugno presso il Palazzo Municipale alla presenza delle massime autorità.

“Il lavoro svolto – sottolinea Fabio Barone, presidente dell’associazione “Le colline di Santo Stefano” – permetterà ai cittadini e ai visitatori di scoprire finalmente tutta la bellezza delle nostre montagne in sicurezza, stimolare un turismo outdoor, per i giovani e le imprese dedite al turismo di questa città ci saranno nuove opportunità di mercato e lavoro.

Non ultimo – conclude Fabio Barone – verrà agevolato il controllo e i successivi interventi durante la campagna di prevenzione e avvistamento incendi, visto che sarà molto più facile controllare questo territorio percorrendo la rete sentieristica. Auspichiamo che le autorità locali e il Parco dei monti Ausoni e lago di Fondi sappiano dare seguito al lavoro svolto fin qui dai nostri volontari“.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Terracina