Seguici su

Cerca nel sito

Nuove misure, provvedimenti e regole post Covid: cosa cambia per le imprese

L'Edizione Speciale del 29 giugno, dedicata al mondo delle imprese, andrà in onda dalle ore 21:00 e si potrà seguire in diretta sui canali social Facebook e You Tube del “Faro”

Per affrontare l’emergenza sanitaria da Covid-19, dichiarata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il Governo italiano ha prodotto una serie di decreti legge emanati dal Presidente del Consiglio dei Ministri, con i quali ha dato immediata attuazione a provvedimenti in ambito sanitario, economico, sociale e imposto anche una forte limitazione delle libertà individuali dei cittadini. Provvedimento, quest’ultimo, che ha provocato non poche polemiche in merito alla sua costituzionalità.

Un’emergenza affrontata anche a colpi di Dpcm

Un decreto ministeriale (D.M.), nell’ordinamento giuridico italiano, è un atto amministrativo emanato da un ministro nell’esercizio della sua funzione e nell’ambito delle materie di competenza del suo dicastero.

Quando questo tipo di atto è emanato dal Presidente del Consiglio dei ministri prende la denominazione di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, DPCM. E’ un atto amministrativo che non ha forza di legge e che, come i decreti ministeriali, ha il carattere di fonte normativa secondaria e serve per dare attuazione a norme o varare regolamenti.

Le disposizioni introdotte, nella fase di emergenza con i DPCM, erano rivolte ad assicurare un primo necessario supporto economico ai cittadini e alle imprese che si sono trovati ad affrontare problemi di liquidità finanziaria a causa del blocco della quasi totalità delle attività.

Il 16 marzo, il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto #CuraItalia (Decreto-legge 17 marzo 2020), per il sostegno al mondo del lavoro pubblico e privato ed a favore delle famiglie e delle imprese.

Il 6 aprile il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Liquidità (Decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23) che ha introdotto, tra l’altro, misure urgenti in materia di accesso al credito, sostegno alla liquidità e agli investimenti per garantire la continuità delle aziende.

Il 13 maggio ha approvato il Decreto Rilancio, con il quale ha introdotto misure urgenti in materia di salute, lavoro, economia e politiche sociali, nello specifico, volte alla tutela delle famiglie e dei lavoratori, alla salvaguardia e al sostegno delle imprese, degli artigiani e dei liberi professionisti,

Con il decreto-legge 16 giugno 2020, il Governo ha introdotto ulteriori misure urgenti in materia di trattamento di integrazione salariale e la proroga della cosiddetta cassa integrazione in deroga.

La nuova puntata dell’Edizione Speciale, dedicata alle numerose e complesse misure, provvedimenti e regole introdotte a favore del mondo delle imprese e del lavoro, andrà in onda lunedì 29 giugno, a partire dalle ore 21:00 e si potrà seguire in diretta sui canali social (Facebook e You Tube) del Quotidiano online “Il Faro” e in differita sugli stessi canali e sulla home page della testata.

Clicca qui per seguire la diretta

Ospiti del programma, condotto dal direttore responsabile Angelo Perfetti, con la partecipazione del sociologo e direttore editoriale Vincenzo Taurino, saranno l’Avvocato Giuseppe Morabito e il Commercialista Marco Belli.

Nel corso della diretta il pubblico avrà l’opportunità di interagire con gli ospiti e rivolgere loro delle domande per meglio chiarire la complessità dei provvedimenti e l’accesso ai benefici previsti.

“Radio Faro Tv” è una nuova sfida, che si aggiunge alle molteplici iniziative che “Il Faro” ha messo in campo nell’ultimo anno per raccontare, dare voce ed essere al servizio delle comunità e delle città del Litorale Laziale.
Il Faro online – Clicca qui per vedere tutte le Edizioni Speciali