Seguici su

Cerca nel sito

Ladispoli, ammaraggio di un deltaplano in mare: 67enne salvato dalla Guardia Costiera foto

Nonostante l’impatto, l’uomo di 67 anni, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, riportava solamente alcune escoriazioni superficiali

Ladispoli – Momenti di paura ieri notte sul litorale romano, quando il personale della Guardia Costiera di Ladispoli, sotto il coordinamento della Sala operativa della Capitaneria di porto di Civitavecchia, ha tratto in salvo un pilota di deltaplano ammarato in località Marina di San Nicola, a Ladispoli.

Alle ore 20.45 circa, il custode di un hotel della zona, notando un deltaplano in difficoltà in procinto di precipitare in prossimità della costa, allertava la Guardia Costiera. Veniva così disposto l’immediato intervento della Motovedetta d’altura CP 305 e dei militari dell’Ufficio locale marittimo di Ladispoli.

Pochi minuti dopo perveniva ulteriore telefonata del segnalante il quale comunicava l’avvenuto ammaraggio, a circa dieci metri dalla costa, in prossimità del predetto hotel.  Il personale di Ladispoli, raggiunta la struttura e la scogliera antistante, avvistava immediatamente il malcapitato in acqua, provvedendo al suo soccorso.

Nonostante l’impatto, l’uomo di 67 anni, dotato di casco protettivo e giubbotto di salvataggio, riportava solamente alcune escoriazioni superficiali. Veniva richiesto tuttavia l’intervento del 118 per il successivo trasporto, alle ore 21.20 circa, presso la struttura ospedaliera più vicina per i dovuti accertamenti.

La CP 305, giunta in prossimità della zona d’impatto, non riscontrava alcuna forma di inquinamento da idrocarburi o di altra natura. Il deltaplano semi affiorante, ammarato a pochi metri dalla riva, su un fondale di circa 3 metri, verrà recuperato a spese del pilota sotto la vigilanza dell’Autorità marittima.