Seguici su

Cerca nel sito

Crollo del turismo, Santori (Lega): “La Regione latita, serve una cura-shock”

"Serve una fortissima iniezione di liquidità, un sostegno vero e concreto per tutte le aziende dell'ospitalità"

Più informazioni su

Regione Lazio – “Lo studio di Bankitalia sull’economia del Lazio evidenzia un crollo del turismo e di tutto l’indotto. Non solo, Unioncamere denuncia che, a causa dell’emergenza Coronavirus, tra marzo e maggio c’è stato un drammatico meno 5.000 (rispetto allo stesso periodo del 2019) per quel che riguarda le nuove imprese: dovevano nascere soprattutto nella ristorazione e nel turismo, ma non hanno mai visto la luce. A fronte di questi dati, la Regione Lazio tace e si gira dall’altra parte”. Lo sottolinea Fabrizio Santori (Lega), secondo il quale “per far ripartire davvero l’economia regionale serve una cura-shock, che parta proprio da questi comparti e da tutto ciò che ruota loro attorno: serve una fortissima iniezione di liquidità, un sostegno vero e concreto per tutte le aziende dell’ospitalità e per tutti i lavoratori massacrati dall’assenza di visitatori stranieri (guide e operatori turistici in primis)”.

“Gli aiuti sbandierati da Zingaretti – aggiunge Santori – sono rimasti sulla carta e, se andiamo a leggere quelli destinati, ad esempio, a hotel e strutture ricettive, sono comunque ridicoli. L’assessore Pugliese, poi, è letteralmente scomparsa, inghiottita dalle nebbie regionali. La Giunta legga il rapporto di Bankitalia, ascolti Unioncamere e faccia finalmente qualcosa: continuare su questa strada, significherebbe arrivare all’autunno con zero casi di Coronavirus e centinaia di migliaia di nuovi poveri. Questo è ciò che stanno producendo Zingaretti e compagnia, ma noi lavoriamo e lavoreremo in senso opposto: vogliamo scongiurare la tragedia sociale, che avrebbe effetti devastanti sulla nostra Regione”.
Il Faro Online – Clicca qui per leggere tutte le notizie della Regione Lazio

 

Più informazioni su