Seguici su

Cerca nel sito

Fastweb Cup 2020, Tortu: “Felice dell’esordio. Rieti è una pista speciale”

Fece 9,97 ventoso lo scorso anno il primatista italiano dei 100. Domani in pista per migliorare il record. Tamberi con le casse per la musica e Howe in pedana nel lungo

Rieti – Che sabato: Tortu, Tamberi, Re, Bogliolo, Folorunso, Siragusa, Chigbolu, Howe, Iapichino, Desalu e tanti altri azzurri, tutti in gara nella super giornata dell’atletica italiana sull’asse Rieti-Vittorio Veneto.

È un pomeriggio che promette adrenalina e show, sfide a tutta velocità e pedane roventi, a partire dalla Fastweb Cup di Rieti in diretta streaming dalle 17 alle 19. Il recordman dei 100 metri Filippo Tortu, alla “prima” stagionale, riassapora il rettilineo dello stadio Guidobaldi che gli ha riservato un anno fa il 9.97 ventoso. In agenda, per “Pippo”, c’è un doppio sprint: alle 17.05 il primo round e alle 18.27 la finale.

Alle 19, da non perdere i salti di Gianmarco Tamberi: Mr. Halfshave si ripresenta più carico che mai dopo il 2,30 di domenica scorsa ad Ancona nell’alto. E poco prima delle diciotto (alle 17.57), scocca l’ora di Davide Re sui 200 metri, anticipato da un blitz sui 100 una quarantina di minuti prima. Corre due volte, sempre a Rieti, l’ostacolista Luminosa Bogliolo (100hs), quando le lancette segneranno le 17.37 per la batteria e le 18.42 per la finale. Altro orario da tenere a mente, ma sulla pista di Vittorio Veneto (Treviso), è quello delle 17.30 con i 100 di Fausto Desalu e i salti della campionessa europea under 20 del lungo Larissa Iapichino.

100 METRI

Il programma della Fastweb Cup inizia alle 17, in diretta streaming su Atletica.tv e su molte altre piattaforme: www.sportmediaset.it,www.gazzetta.it, www.repubblica.it, www.pmgsport.it, www.sprintnews.it e sulla pagina Facebook di Fastweb. È il debutto del primatista italiano e settimo al mondo dei 100 metri Filippo Tortu (Fiamme Gialle) ad aprire le danze alle 17.05, con un occhio alle previsioni meteo che annunciano pioggia per la giornata. “Dopo il lockdown, la cancellazione di eventi importanti come gli Europei e il rinvio dei Giochi Olimpici, c’era molta incertezza sulla possibilità di gareggiare e di come avremmo potuto sfidarci per via delle necessarie restrizioni sanitariespiega alla vigilia lo sprinter da 9.99 recordSono davvero felice di poter esordire come negli ultimi due anni a Rieti. Una pista per me speciale e in un contesto di festa, anche se quest’anno mancherà lo straordinario pubblico. Non vedo l’ora di scendere in pista e di rivivere le sensazioni che solamente le gare sanno darmi”.

È la seconda edizione della Fastweb Cup: “Per il secondo anno consecutivo Fastweb affianca il suo nome ad una spettacolare manifestazione sportiva – il commento di Luca Pacitto, Head of Communication di Fastweb – Da sempre, l’azienda è vicina al mondo dello sport e sceglie giovani atleti come Filippo per testimonial, perché determinati a raggiungere i propri obiettivi attraverso l’allenamento continuo, il coraggio, la perseveranza, la ricerca della velocità e della perfezione”.

Tortu correrà in quinta corsia, con al fianco i due sprinter internazionali annunciati dagli organizzatori: in quarta il ghanese Sean Safo-Antwi, personale da 10.14 nel 2014, 10.18 lo scorso anno, e in sesta il ceco Jan Veleba, velocista da 10.16 nella passata stagione. Gli altri azzurri a sfidare Tortu nella prima serie: in seconda corsia ci sarà Roberto Rigali (Bergamo Stars), in terza Antonio Infantino (Athletic Club ’96 Alperia), in settima Chituru Ali (Cus Insubria), ottava per Andrea Federici (Biotekna Marcon). Nell’altra serie, quella che scatterà alle 17.17, spicca la presenza del primatista italiano dei 400 metri Davide Re (Fiamme Gialle), in azione anche nei 100. Le finali sono in programma poco più di un’ora dopo: per la finale A si qualificano i sette migliori tempi complessivi. Appuntamento alle 18.27. La formula è la stessa al femminile, dove gli organizzatori (Studentesca Rieti e Sprint Academy) hanno annunciato la partecipazione della svizzera Ajla Del Ponte, sprinter da 11.21 che nelle settimane scorse ha aperto con 11.38. L’azzurra più attesa è la staffettista della 4×100 finalista mondiale e primatista italiana Irene Siragusa (Esercito), seconda di sempre nei 100 metri (11.21) e già capace di 11.35 nella scorsa edizione a Rieti. Del Ponte in quinta corsia, Siragusa in sesta, e la serie più forte include anche la campionessa italiana Zaynab Dosso (Fiamme Azzurre), il duo dell’Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco Alessia Pavese e Chiara Melon, e Ilenia Draisci (Esercito).

TAMBERI RITMO (DOPO GLI ESAMI)

Una volta in più. Per trovare continuità, per dare sostanza al 2,30 che domenica scorsa lo ha proiettato in vetta alle fresche liste mondiali stagionali dell’alto. Anche a Rieti, come almeno in un paio delle precedenti uscite, il primatista italiano e campione d’Europa indoor Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle) non avrà concorrenza di livello assoluto e farà gara praticamente solitaria. Dj di se stesso per fomentarsi e trasformare la pedana in una discoteca, le gambe e la testa per volare ancora più su. “Verso Rieti con le casse per la musicaracconta Gimbo sulla strada per il capoluogo sabino, dove saltò 2,36 nel 2016 – La musica è diventata una grande alleata in questo periodo con poco pubblico. Sono carico, martedì e mercoledì ho dato due esami universitari, diritto pubblico ed economia industriale (30 con lode e 30), quindi adesso sono completamente dentro il mood gara, mi sento più leggero: non di peso, anche se sono sceso a 80,8. Salterò con rincorsa completa. Obiettivo? Essere primo nelle graduatorie mondiali, da solo!”. Iscritti anche Matteo Di Carlo (Studentesca Rieti Milardi), Stefano Borea (Atl.

RE 200

Non soltanto i 200 per Davide Re (Fiamme Gialle), ma anche una “capatina” sui 100 metri. Velocizzarsi, è l’obiettivo del recordman dei 400 metri, distanza sulla quale poi esordirà a Savona il 16 luglio. Il primato personale di 20.90 fissato nella scorsa stagione agli Assoluti di Bressanone è pronto per essere ritoccato, magari anche grazie alla presenza del campione italiano Antonio Infantino che a sua volta doppierà 100+200. Attenzione anche allo junior Lorenzo Benati (Atl. Roma Acquacetosa) e a Diego Pettorossi (Virtus Emilsider Bologna). Tra le donne, comincia dai 200 la stagione di Mariabenedicta Chigbolu (Esercito) che incontra un’altra quattrocentista di qualità come Elisabetta Vandi (Fiamme Oro) al rientro dopo un problema a un piede nella stagione indoor.

OSTACOLI: BOGLIOLO SÌ, FOLORUNSO VALUTA

Non vedo l’ora di gareggiare sui miei cari ostacoli e punto a un esordio migliore dello scorso anno (13.21 a Cinisello Balsamo prima di scatenarsi nelle settimane successive, ndr). Le prime gare sono sempre di rodaggio, ma Rieti è una pista veloce”. Si esprime così Luminosa Bogliolo (Fiamme Oro) a poche ore dalla doppia uscita nei 100hs, il debutto tra gli ostacoli dopo le sperimentazioni nella velocità. La stagione 2019 è alle spalle, la nuova pagina è tutta da scrivere, e la rincorsa verso il record italiano di Veronica Borsi (12.76), lontano due centesimi, può ripartire. Al suo fianco molte delle migliori azzurre, da Elisa Di Lazzaro (Carabinieri) al primo 100hs dopo quasi due anni, dal settembre 2018, complici i guai fisici, a Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano), Giulia Latini (Carabinieri), Desola Oki (Fiamme Oro), Nicla Mosetti (Bracco Atletica). Nei 400hs, invece, Ayomide Folorunso (Fiamme Oro) deciderà nelle prossime ore: è iscritta anche nei 200 e sceglierà tra una delle due specialità. Di certo, il giro di pista con barriere attende la vicecampionessa europea under 23 Linda Olivieri (Fiamme Oro) e Rebecca Sartori (Fiamme Oro). Negli ostacoli al maschile un altro tocco internazionale è garantito dal britannico Andrew Pozzi: è la stella dei 100hs che in chiave italiana lanciano Lorenzo Perini (Aeronautica) e lo junior Lorenzo Simonelli (Esercito).

IN PEDANA

Andrew Howe e il salto in lungo, una vecchia storia d’amore che ha raggiunto vette altissime (argento mondiale, bronzo iridato indoor, due titoli europei all’aperto e al coperto, il primato italiano di 8,47), ha conosciuto momenti complicati per via degli infortuni, e che si era interrotta un paio d’anni fa per la scelta di dedicarsi totalmente alla velocità. Alle 16, l’azzurro dell’Aeronautica ha fissato il proprio rientro in pedana, nell’impianto di casa. Dai salti ai lanci, spazio al giavellotto di Carolina Visca (Fiamme Gialle), oro d’Europa tra le under 20, faro della gara femminile, mentre al maschile l’interesse è su Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) e Giovanni Bellini (Studentesca Milardi Rieti), ed è stata posticipata a domenica la gara del disco con Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro), Alessio Mannucci (Atl. Livorno) e tra le donne Valentina Aniballi (Esercito).

IAPICHINO+SPRINT

Alle 17.30 l’ora “x” di Vittorio Veneto: inizia il salto in lungo con Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon), alla ricerca di familiarità con il salto “tutto nuovo” come lei stessa lo ha definito in settimana. E partono anche i 100 metri, animati dal secondo azzurro di sempre dei 200 Fausto Desalu (Fiamme Gialle), mentre il primatista italiano della 4×100 Federico Cattaneo (Aeronautica) ha dato forfait a scopo precauzionale. Il 1° Meeting Nazionale ATL-Etica – Memorial Prof. Ivo Merlo, dai tratti decisamente interessanti, ospiterà anche il ritorno del due volte finalista europeo dei 1500 Joao Bussotti (Esercito), in pista negli 800 dopo quasi due anni, e proseguirà domenica, tra gli altri con Edoardo Scotti (Carabinieri) e Daniele Corsa (Folgore Brindisi) nei 200 metri, Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever) nel martello e la junior Veronica Zanon (Assindustria Sport Padova) nel triplo.

Fastweb Cup, Il Programma – Diretta streaming sabato 4 luglio dalle 17 alle 19 su www.atletica.tv e su www.sportmediaset.it www.gazzetta.it  www.repubblica.it  www.pmgsport.it www.sprintnews.it  pagina Facebook di Fastweb

Il programma

17.05 – 100 uomini – batteria 1

17.11 – 100 donne – batteria 1

17.17 – 100 uomini – batteria 2

17.23 – 100 donne – batteria 2

17.30 – 110hs – batteria

17.37 – 100hs – batteria

17.44 – 400hs donne

17.51 – 400 uomini

17.57 – 200 uomini

18.03 – 200 donne

18.09 – 100 donne – finale B

18.15 – 100 uomini – finale B

18.21 – 100 donne – finale A

18.27 – 100 uomini – finale A

18.35 – 110hs – finale

18.42 – 100hs – finale

19.00 – Alto uomini

 

(fonte@fidal.it/testo@Orlandi)

(foto@Colombo/Fidal)