Seguici su

Cerca nel sito

La domestica ruba in casa, poi si pente e lancia la refurtiva nella caserma dei Carabinieri

E' accaduto a Tivoli, dove la domestica di due coniugi, approrofittando della loro assenza, ha rubato due rolex

Tivoli – Una domestica infedele ruba 2 rolex, ma poi pentita, li getta all’interno della caserma dei Carabinieri. La donna, di 55 anni, è stata denunciata dagli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Tivoli, diretto da Paola Di Corpo.

Il primo luglio scorso, una coppia di coniugi si era presentata negli uffici di polizia, denunciando il furto di due orologi Rolex del valore approssimativo di 10 mila euro commesso quasi certamente dalla domestica, unica persona presente nell’appartamento che, approfittando della loro assenza, si sarebbe impossessata dei due oggetti di valore.

Gli investigatori, si sono recati a casa della presunta colpevole per procedere al controllo. Malgrado la perquisizione avesse dato esito negativo, grazie alle incalzanti domande degli agenti, la donna ha confessato il furto raccontando che dopo aver trafugato i preziosi, spinta dal senso di colpa, li aveva gettati all’interno della caserma dei Carabinieri di Settebagni.

Un successivo accertamento ha consentito ai poliziotti di verificare che effettivamente la donna, dopo aver inserito i due orologi all’interno di un portafogli bianco, aveva lasciato all’interno di questo un biglietto con su scritto “trovati al casello autostradale” per cercare così di allontanare i sospetti su di lei.

La refurtiva è stata recuperata e riconsegnata ai legittimi proprietari.

Per dovere di cronaca, e a tutela di chi è indagato, ricordiamo che un’accusa non equivale a una condanna, che le prove di formano in Tribunale e che l’ordinamento giudiziario italiano prevede comunque tre gradi di giudizio.