Seguici su

Cerca nel sito

Focene, il Comitato chiede l’istallazione dei cestini per le deiezioni canine

Emilio Sciesa: "Disagi enormi, chiediamo l'intervento del Comune"

Fiumicino – “Durante il periodo di lockdown imposto dal Governo a causa dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Covid-19 il numero dei cittadini con i cani in giro per il territorio è aumentato in maniera esponenziale, visto che si trattava di uno dei pochi motivi di necessità che permetteva di uscire dalle quattro mura della propria abitazione”.

E’ quanto si legge in un comunicato diffuso dal Nuovo Comitato Cittadino Focene, che prosegue: “In questo quadro sono state messe a nudo anche una serie di problematiche correlate alla passeggiata con fido, in modo particolare quella dell’assenza dei cestini adibiti alla raccolta delle deiezioni canine”.

“Con l’arrivo dell’estate – fa notare Emilio Sciesa, presidente del Nuovo Comitato Cittadino Focene – questa carenza si nota ancora di più. Questo non giustifica chi non la raccoglie, chi la lascia in un sacchetto all’interno dei cestini portarifiuti come è avvenuto al Parco dei Dentali, però è doveroso rimarcare come sia una mancanza importante”.

“In realtà più di un anno fa la Giunta comunale aveva approvato la delibera per dare il via al nuovo Piano Rifiuti, il quale prevede che l’azienda aggiudicataria dell’appalto, per un totale di 91 milioni lordi, oltre a istallare 1000 cestini getta-carte in tutto il territorio, dovrà posizionare nell’intero territorio comunale 500 cestini proprio per raccolta delle deiezioni canine”, prosegue la nota del Comitato.

“Peccato che nel frattempo siano passati diversi mesi – sottolinea Emilio Sciesa − è arrivata la pandemia e ora siamo costretti a vivere una nuova stagione estiva senza poter contare sui cestini per i bisogni di fido. In un simile quadro e al fine di eliminare i disagi ai nostri cittadini chiediamo all’amministrazione comunale di intervenire per posizionare quantomeno qualche cestino per le deiezioni canine sin da subito, in attesa che poi decolli il nuovo Piano rifiuti. In questo modo si andrebbero ad eleminare parte degli enormi disagi con il quale i cittadini quotidianamente convivono e che le lungagini burocratiche nemmeno immaginano”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino