Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, Consiglio comunale sospeso “per sostenere le proteste dei lavoratori aeroportuali”

La maggioranza: "Una decisione già presa qualche giorno fa per l'importanza che ha supportare le proteste dei migliaia di lavoratrici e lavoratori fortemente preoccupati per il loro futuro"

Fiumicino – “Abbiamo chiesto di votare prima l’ordine del giorno a tutela dei lavoratori stagionali dell’aeroporto e di sospendere la seduta per partecipare alla manifestazione indetta dai sindacati per oggi proprio davanti al terminal 3 del Leonardo Da Vinci”. Lo dichiarano i capigruppo di maggioranza Paola Magionesi (Pd), Barbara Bonanni (Leu), Angelo Petrillo (Lista civica Zingaretti), Ciro Sannino (Uniti nel Centro), Claudio Cutolo (Civica Montino), Maurizio Ferreri (Demos) a margine del consiglio comunale iniziato alle 9 di questa mattina.

“Una decisione, quella di chiedere alla presidente di sospendere la seduta, già presa qualche giorno fa – spiegano – per l’importanza che ha supportare le proteste dei migliaia di lavoratrici e lavoratori fortemente preoccupati per il loro futuro”.

“Quello aeroportuale, come quello turistico, è forse il settore che in questo momento sta subendo le conseguenze più pesanti della crisi economica legata alla pandemia – sottolineano ancora i capigruppo – e l’aeroporto rappresenta un bacino fondamentale per l’economia della nostra città. Si pensi che solo Alitalia, che ha la sua sede presso l’hub internazionale di Fiumicino, ha 12 mila dipendenti. Poi ci sono tutti i lavoratori di Adr e delle tantissime piccole e medie aziende che operano nel sedime aeroportuale a cui dobbiamo aggiungere l’indotto”.

Una vera e propria bomba economica e sociale, per la nostra città e per l’intera regione – concludono – che richiede tutta la nostra attenzione e il nostro impegno”. La richiesta di sospensiva è stata condivisa dal M5S che esprime solidarietà alle lavoratrici e ai lavoratori aeroportuali. Assenti dall’aula i partiti di centrodestra.