Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, restano a bordo dell’aereo i passeggeri bengalesi sul volo dal Qatar

Montino: "La mia richiesta all'autorità aeroportuale e a quella sanitaria era di rimandare tutti indietro, tranne gli italiani che tornano nel loro paese".

Fiumicino – Saranno sottoposti a tampone in aeroporto, a Fiumicino, i passeggeri non bengalesi che si trovavano a bordo del  volo Qatar Airways atterrato al Leonardo da Vinci alle 13 e che sono autorizzati a sbarcare.

I passeggeri bengalesi, invece, oggetto di un provvedimento di respingimento per motivi sanitari, resteranno sull’aereo fino al momento della ripartenza del velivolo, intorno alle 16 di oggi.

Sul posto si trova anche il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, che è arrivato in aeroporto per controllare la situazione di persona. “Lo avevamo già detto ieri: non basta vietare l’arrivo dei voli diretti – ha affermato il Sindaco – Bisogna evitare le triangolazioni.

I cittadini del Bangladesh non sono scesi dall’aereo e ritorneranno dove sono stati imbarcati.
La mia richiesta all’autorità aeroportuale e a quella sanitaria era di rimandare tutti indietro, tranne gli italiani che tornano nel loro paese e hanno un posto sicuro dove fare la quarantena.

Questo perché per tutta la durata di un volo di lunga percorrenza, quindi per diverse ore, tutti sono stati a stretto contatto con un cospicuo numero di persone provenienti da un paese a rischio.

Solo impedendo lo sbarco di tutti i passeggeri a bordo si può ottenere dalle compagnie aeree straniere che evitino di trasportare persone che vivono in paesi in cui il virus non è sotto controllo.

In ogni caso, tutti gli altri 80 passeggeri sbarcati, saranno sottoposti a tampone e dovranno seguire la quarantena sotto la sorveglianza della Asl Rm3.

Mi auguro che i ministeri competenti affrontino con maggiore profondità il problema che non riguarda solo il Bangladesh, ricordo, ma diversi altri paesi in cui in questo momento la pandemia è al massimo della sua potenza. Certo, serve del coraggio per fare questo”.

D’Amato: “Non verrà mai meno l’assistenza sanitaria da parte dei nostri servizi per chi ne ha bisogno”

“Sono iniziate le operazioni e sono già stati eseguiti i primi 30 tamponi per i viaggiatori del volo dal Qatar autorizzati allo sbarco a Fiumicino“. Lo dichiara il Responsabile dell’Unità di Crisi Covid—19 della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

“Sono in totale un centinaio i passeggeri autorizzati allo sbarco e i test vengono eseguiti in quanto potenziali casi di contatto. Inoltre è stato attivato il 118 per l’assistenza ad una donna del Bangladesh in stato di gravidanza che verrà trasferita presso il Policlinico Gemelli. Non verrà mai meno l’assistenza sanitaria da parte dei nostri servizi per chi ne ha bisogno”.