Seguici su

Cerca nel sito

Meteo: da oggi caldo anticlonico, resta un’incognita il weekend previsioni

Più informazioni su

Situazione: la sfuriata di temporali, i venti forti e  freschi e il calo delle temperature sono gli effetti del passaggio di un impulso instabile legato ad un temporaneo cedimento dell’anticiclone sulle regioni centro settentrionali. Un episodio che ha interrotto la calura dei giorni scorsi ma che da mercoledì sarà già solo un ricordo. L’anticiclone afro azzorriano tornerà infatti prepotente sull’Italia portando stabilità e caldo. Questa nuova fase durerà stando ai modelli almeno fino a venerdì e sarà caratterizzata da un nuovo rialzo termico, anche sensibile con valori che potrebbero raggiungere e localmente superare i 35°C sulla Valpadana centrale, le zone interne del Centro, la Sardegna e il Tavoliere. Ma in generale anche laddove non si raggiungeranno simili valori il caldo sarà intenso a causa dell’afa prevista in aumento soprattutto lungo la costa tirrenica.

Mentre l’anticiclone eserciterà la sua azione sul Mediterraneo e sull’Italia alle alte latitudini continuerà a evolversi una profonda depressione a matrice insolitamente fresca che porterà piogge e clima autunnale tra le Isole Britanniche e la Scandinavia. Associata a questa depressione una perturbazione tenterà di forzare lo scudo anticiclonico presente sull’Europa centro meridionale all’incirca nel weekend e raggiungere parte della Penisola. Al momento i modelli matematici propendono per un parziale interessamento del Nord, soprattutto Nordest ed Emilia Romagna a cavallo tra sabato e domenica. E’un’ipotesi di cui dobbiamo tenere conto anche se andrà confermata nel corso dei prossimi aggiornamenti.

Situazione

Temperature giovedì: ulteriore rialzo termico al Nord che eccetto Nordest e Liguria, torna sopra media. Sopra media anche Sardegna, Centrali tirreniche e Campania. In media il resto delle regioni. Tra le città più calde Bologna e Firenze con 34°C. Caldo afoso in Val padana e sulle tirreniche.

Temperature venerdì: ulteriore rialzo termico sulla Valpadana centrale, le interne del Centro, Sardegna, Campania, medio Adriatico e Puglia con punte di 35-36°C. Restano in media la Liguria, la Calabria, il Salento e la Sicilia. Afa elevata quasi ovunque.

Giorni successivi: possibile calo termico al Nord per il passaggio di un nucleo instabile nel weekend, restano alte le temperature sul resto della Penisola con afa intensa.

Evoluzione Meteo Lazio

GIOVEDI’: anticiclone afro-azzorriano in piena forma su Toscana, Umbria e Lazio con tanto sole e al più consueti addensamenti diurni sull’Appennino, che potranno sfociare in brevi e isolati rovesci pomeridiani su quello laziale. Temperature stabili, caldo intenso sulle zone interne con punte di 33-35°C, meno caldo ma più afoso lungo le coste. Venti a regime di brezza. Mare poco mosso.

Commento del previsore lazio
Un fronte freddo lambirà appena il Centro quanto basta per innescare qualche piovasco sull’Appennino toscano e qualche rovescio o breve temporale su Lazio interno e meridionale. Le temperature saranno in calo in montagna ma si manterranno elevate su coste e pianure per effetto favonico indotto dal rinforzo del grecale: si tratterà tuttavia di un caldo secco.

Da oggi e almeno fino a sabato compreso tanto sole con l’anticiclone afro-mediterraneo su Umbria, Lazio e Toscana, da segnalare solo sporadici temporali di calore al pomeriggio in Appennino, specie zona della Meta. Il caldo tornerà a farsi piuttosto intenso e anche afoso sulle coste, mentre sulle zone interne si potranno superare picchi di 34-35°C da venerdì. Seguite comunque tutti gli aggiornamenti sul sito.

Più informazioni su