Seguici su

Cerca nel sito

Formia tra prevenzione degli incendi boschivi e valorizzazione delle proprie montagne, ecco le novità

Sistemazione dei sentieri e previsione di un sistema di telecamere e/o foto trappole che aiuti a prevenire gli incendi, sono alcuni dei temi trattati durante il tavolo tecnico

Formia – In questi giorni si è svolto il tavolo tecnico con gli operatori delle realtà zootecniche e i piccoli produttori caseari presenti sulle montagne del territorio formiano. Il tavolo rientra nel ciclo di incontri inaugurato lo scorso 26 giugno dal sindaco Paola Villa in merito alle iniziative da mettere in campo per il contrasto al fenomeno estivo degli incendi boschivi sulle colline e montagne di Formia, anche alla luce della “Campagna antincendio boschivo 2020” indetta dall’Agenzia regionale di Protezione Civile. 

L’intento dei tavoli tecnici è quello di incontrare e dialogare con tutti gli enti, le associazioni e gli operatori economici del mondo rurale, che vivono e animano le montagne, per poter individuare esigenze e definire azioni volte allo sviluppo delle economie locali e del turismo sostenibile in montagna.

Durante l’incontro a cui hanno partecipato oltre agli allevatori, il Comando dei Carabinieri Forestali, la Protezione Civile e la Polizia Locale, si è data voce agli operatori ascoltando necessità e bisogni da cui sono emerse criticità legate al quotidiano, come l’abbeveraggio degli animali, dove l’incuria del tempo non consente più alle cisterne e agli abbeveratoi di assolvere al loro compito di raccolta delle acque o il cui accesso, soprattutto nella stagione estiva, è ostacolato dai turisti in sosta.

Partendo dalla conoscenza di chi vive i luoghi, gli spunti di intervento e fattiva collaborazione non si sono fatti attendere: dalla condivisione sui progetti di governo del bosco e sistemazione dei sentieri che garantiscono l’accesso alla montagna fino alla previsione di un sistema di telecamere e/o foto trappole con la duplice funzione di prevenzione e monitoraggio degli incendi boschivi e deterrente nell’abbandono rifiuti.

Il Comune di Formia lavorerà, d’intesa con il Parco Naturale dei Monti Aurunci, la Comunità Montana e le realtà imprenditoriali, anche per convogliare risorse economiche pubbliche e private indirizzate alla montagna con l’intento, iniziando dai tavoli di lavoro tecnici, di organizzare convegni su temi specifici ad essa dedicate.

“Sono molto soddisfatto dell’incontro – sottolinea l’assessore alle Politiche Ambientali Orlando Giovannone – l’esigenza di questi momenti nasce dalla constatazione che molte politiche a favore della montagna sono venute meno perché sviluppate fuori dai contesti rurali; ecco perché vogliamo ribaltare questa prospettiva e partire da una presenza sui territori, dialogando con le realtà che ci vivono e ci lavorano e analizzando la realtà locale, sia in maniera informale, attraverso le relazioni con le persone, che usufruendo degli strumenti che abbiamo a disposizione, dalle competenze presenti negli Enti al supporto di associazioni e professionisti del settore”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia