Seguici su

Cerca nel sito

Tor San Lorenzo, coppia di 80enni rischia di affogare. Salvata dal bagnino 18enne

Una bella storia che unisce gioventù e terza età, dal rischio di affogare alla salvezza, dimostrando l'efficienza della capacità di soccorso

Ardea – Non “gridavano” aiuto, lo sussurravano. Ma nessuno ovviamente li sentiva, e hanno rischiato di affogare. E’ la terribile avventura capitata qualche giorno fa nelle acque di Tor San Lorenzo (Marina di Ardea), a una coppia di anziani, sull’ottantina. A salvarli, un bagnino da poco maggiorenne, Simone Scozzaro.

Ma procediamo con ordine nel raccontare la storia. Qualche giorno fa la coppia di anziani si è recata, come al solito, allo stabilimento Il Tucano, per trascorrere serenamente la giornata.

Verso le 18,30, hanno pensato di fare un bagno nelle acque del Tirreno, e si sono allontanati là dove non si tocca. Fin qui nulla di strano, e neanche da lontano sembrava ci fosse motivo di allarme.

In realtà, la coppia di anziani aveva avuto un malore, ma – vista l’età e un probabile attacco di panico, conseguente alle difficoltà che si stavano palesando – non ha avuto la forza di sbracciarsi né di gridare per attirare l’attenzione.

Fortuna ha voluto che una dona nuotasse nei pressi, e sentisse una flebile invocazione di aiuto “stiamo male… aiuto…”. La donna a sua volta ha immediatamente iniziato a chiamare i soccorsi e, da terra, il giovane bagnino non ci ha pensato un attimo. Si è tolto la maglietta rossa e si è lanciato al soccorso dei due anziani.

Simone Scozzaro

Simone Scozzaro

“Ho recuperato prima la donna – racconta al faroonline.it Simone – che sembrava essere quella in maggiore difficoltà. Era bianca, irrigidita, incapace di muoversi. L’ho portata velocemente in secca e affidata ad alcuni signori che l’hanno controllata per permettermi di effettuare il secondo soccorso. Per fortuna né lei né il marito avevano ancora bevuto, e dunque la situazione era ancora gestibile al di fuori di un’emergenza medica evidente.

La donna mi diceva “vai da mio marito” mentre mi stavo occupandomi di lei, evidentemente un amore infinito, ma non avevo il tempo per commuovermi. Portato in salvo lei, la stessa cosa ho fatto con il marito, e tutto è finito per fortuna solo con un grande spavento e nulla più…”

Cosa sia successo a livello medico è in fase di accertamento: forse un repentino abbassamento di pressione con successivo attacco di panico, forse una congestione. Comunque un pericolosissimo mix di situazioni che avrebbero potuto provocare una tragedia e mettere i due 80enne a rischio della vita. Se non fosse stato per un baldo giovane che, forte dei suoi 18 anni e di una professionalità acquisita, è intervenuto.

Una bella storia che unisce gioventù e terza età, e che comunque testimonia una capacità di soccorso, sul litorale di Ardea, ben attiva e riscontrabile un po’ lungo tutta la costa. Una sicurezza per chi decide di trascorrere al mare qualche ora di relax.