Seguici su

Cerca nel sito

Jonathan Galindo, la pericolosa sfida social arriva a Latina: il Garante lancia l’allarme

Tre sono i casi accertati in provincia di Latina, ma diverse le segnalazioni alle autorità competenti di genitori preoccupati da questo fenomeno

Latina – Si sta diffondendo la paura per un nuovo presunto gioco online che coinvolge i più giovani e spinge all’autolesionismo. Tre sono i casi accertati in provincia di Latina, ma diverse le segnalazioni alle autorità competenti di genitori preoccupati da questo fenomeno. A lanciare l’allarme è il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Latina.

I ragazzi vengono adescati su social media, siano essi Facebook, Tik Tok, Istagram e anche WhatsApp da un personaggio che usa come immagine del profilo una sorta di “Pippo deforme” e invitati a partecipare a un gioco che si concretizza in varie prove fino ad arrivare a coinvolgere le vittime in atti di autolesionismo.

Le indagini, scattate da qualche giorno anche nella provincia pontina, hanno fatto constatare che dietro questo tentativo di adescamento online ci sia il nome di Jonathan Galindo, il quale, di fronte alle indagini degli inquirenti che procedono a bloccare i suoi profili, ne apre prontamente altri per poter raggiungere i giovanissimi attraverso l’invito a giocare.

Al momento non è certo se dietro questo fenomeno vi sia un’unica persona o un gruppo. Le attività investigative vanno avanti serrate e anche il Garante dell’Infanzia e dell’Adolescenza di Latina, invita a “denunciare”.

Il preoccupante argomento interessa, però, non solo la provincia Pontina, ma si registrano casi analoghi in diverse regioni italiane. Il responsabile dello sportello di ascolto dell’infanzia e dell’Adolescenza, Monica Sansoni, nel parlare di “Cyber crime” esorta a “controllare i telefonini dei ragazzi e a segnalare qualsiasi caso per collaborare alle indagini”.