Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Quali superfood per un’estate piena di energia

Una lista completa di tutti i cibi consigliati e di tendenza che aiutano a contrastare i sintomi del caldo torrido e a vivere a pieno la bella stagione

Più informazioni su

di: ILARIA CASTODEI

Cucina e Sapori – E’ piena estate, periodo per godersi l’aria aperta, le vacanze, il mare e il sole. Ma spesso il troppo caldo può tirare brutti scherzi, abbassando la pressione sentendosi sfiancati fisicamente. Una delle soluzioni migliori si trova proprio a tavola, alimentandosi di cibo sano cosidetto “super”.

Cos’è il superfood

I superfood non sono altro che una serie di alimenti dal potere nutrizionale superiore alla media, energizzanti, idratanti e che donano all’organismo vigore e forza per affrontare al meglio le calde giornate d’estate. La natura insegna che ogni stagione ha il suo cibo giusto per una corretta rigenerazione corporea, ma molta attenzione viene data a non creare sbalzi di temperatura all’interno dell’organismo con alimenti molto freddi o molto caldi. Quindi che tipo di alimentazione bisognerebbe tenere d’estate per non incorrere in problematiche legate alla calura? Vediamo quali cibi sono meglio indicati e perchè:

Bevande: SI acqua, tè e centrifughe, NO alle bibite gassate.

Quante volte ci siamo sentiti dire da esperti e non che d’estate è essenziale bere tantissima acqua? Ebbene assumere almeno due litri d’acqua al giorno aiuta ad idratare al meglio il corpo rendendolo sempre elastico e tonico. Molto indicati sono anche il tè freddo, le spremute di agrumi e le centrifughe di verdura o frutta fresca, che mantengono inalterate le proprietà enzimatiche e non sovraccaricano l’apparato digerente. Il tè verde, in particolare è perfetto perchè ricco di antiossidanti e se assunto a colazione o per un break dona vitalità ed energia! Assolutamente da evitare sono le bibite gassate e gli alcolici, perché favoriscono la sudorazione.

Frutti rossi: un pieno di antiossidanti

D’estate la frutta è consigliata per il suo senso di freschezza, ma attenzione alle dosi e ai tempi di assunzione: troppa frutta significa troppi zuccheri, (quindi calorie) e se ne preferisce l’assunzione al mattino o lontano dai pasti per non appesantire la digestione. In particolar modo, per la loro grande qualità è la ricchezza di antiossidanti e vitamina C, il via libera va ai frutti rossi, quindi mirtilli, more, lamponi, ciliegie e fragole; sono ideali anche per l’idratazione contenendo un’alta percentuale di acqua e minerali.

Verdure crude: altolà radicali liberi

Indispensabili le verdure fresche di stagione per combattere i radicali liberi. Sono facili da digerire ed hanno potere saziante. Contengono la giusta dose di fibre e sali minerali oltre che vitamine e acqua. Quindi spazio alle grandi insalatone e ai mix di ortaggi freschi. In questo periodo se ne trovano di tantissimi tipi come cetrioli, zucchine, carote, lattuga, indivia, pomodori e tanti altri da poter gustare senza accendere i fornelli.

Cereali: pranzo, colazione e cena

Tutti i cereali rappresentano un’ottima fonte energetica, essendo ricchi in carboidrati con una discreta fonte di proteine, sali minerali, vitamine e fibre ed hanno un basso contenuto in lipidi. D’estate in particolar modo i cereali a chicco per le insalate di riso, orzo e farro la fanno da padrone, visto la loro moderata freschezza abbinata ad una bontà saziante. I cereali sono ottimi anche per una sana ed abbondante colazione accompagnati da uno yogurt o una spremuta d’arancia. Sono rinomati per le proprietà benefiche che apportano ai capelli che d’estate, si sa, si rovinano spesso.

Pesce fresco: protezione naturale della pelle

Il pesce fresco in questo periodo è un toccasana, soprattutto quello azzurro, e non a caso d’estate si tende a mangiarne di più, magari proprio in riva al mare. Tanti i pesci di stagione, dalle alici allo sgombro, dal dentice alla ricciola. Il pesce fresco, leggerissimo, aiuta a proteggere la pelle dai raggi solari, perchè contiene un’ottima percentuale di vitamina B3, detta anche niacina, una vitamina idrosolubile che non può essere accumulata nell’organismo, ma deve essere regolarmente assunta attraverso l’alimentazione. Molto utile anche il salmone, una fonte preziosa di omega 3, che non solo abbassa il colesterolo cattivo ma protegge le cellule dai danni dei radicali liberi causati dall’esposizione solare.

Il Peperoncino per raffreddare il corpo?

Ebbene si, sembra strano, ma l’uso del peperoncino d’estate contribuisce alla traspirazione dei tessuti e quindi ad abbassare la temperatura dell’organismo. A seconda del suo grado di piccantezza infatti i vasi sanguigni si dilatano rallentando il flusso del sangue in modo da diminuire la temperatura corporea. E’ consigliato il peperoncino come alternativa a condimenti più pesanti e calorici.

Frutta secca: uno spuntino sano e leggero

Fare una stuzzicante pausa con un po’ di frutta secca come noci, mandorle, nocciole etc.. contribuisce a fare il pieno di acidi grassi buoni contro il colesterolo e mantenere in buona vitalità con le proteine e minerali, senza appesantire l’organismo.

Curcuma e Semi

Nota per essere un potente antinfiammatorio naturale, la curcuma aiuta da sempre il sistema immunitario migliorando anche la circolazione sanguigna e riducendo il rischio dei cali di pressione dovuti al caldo. Contiene vitamina C, A e antiossidanti. Un buon condimento per tantissimi piatti come il pollo alla curcuma o il risotto.
Antichi e fedeli alleati del benessere sono anche i semi, sempre più utilizzati in cucina come condimento o base di salse. I semi di chia, di lino, di zucca, di sesamo, di papavero e di girasole e tanti altri sono delle vere e proprie pepite di gusto e dei mini concentrati di proprietà nutritive che li rendono importanti in una dieta sana ed equilibrata.

I cibi che aiutano l’abbronzatura

Abbronzarsi anche a tavola si può. E’ possibile favorire l’abbronzatura anche attraverso il cibo e in particolare quello dello stesso colore del sole ovvero giallo, arancione e rosso. Questi cibi infatti contengono alti livelli di vitamina A, C, E (antiossidanti naturali) e betacarotene, che aiutano le cellule della pelle a proteggersi dai danni dei raggi U, favorendo la produzione nell’epidermide di un pigmento, la melanina, che protegge dalle scottature e dona il classico colore ambrato alla pelle. La prima della lista è senza dubbio la carota che contiene ben 1200 microgrammi di Vitamina A o quantità equivalenti di caroteni per 150 grammi di carote; a seguire troviamo radicchio, albicocche, peperoni, meloni, pomodori, zucca, fragole e ciliegie.

I nuovi summer food di tendenza 2020

Le tendenze del summer food 2020 parlano chiaro, I nuovi cibi che molti vogliono assaggiare sono entrati da tempo nel panorama della gastronomia italiana e sono dei veri e propri superfood.

Ecco I più diffusi e utilizzati:

Alga spirulina: alga originaria delle zone tropicali e subtropicali, appartenente alla famiglia dei cianobatteri e utilizzata prevalentemente in formato polvere. Energizzante, nutritiva, depurante e grazie al suo contenuto di carotenoidi favorisce la salute della pelle. E’ stato definito il “cibo del futuro”.

Gomasio: originario della cultura gastronomica giapponese, è un condimento a base di semi di sesamo e sale, talvolta aromatizzato con altri ingredienti. Viene utilizzato per esaltare il sapore di verdure cotte, insalate, carni e per insaporire il riso in alternativa al sale.

Frutto del Drago (dragon fruit): frutto tropicale originario del Messico, Guatemala e Costa Rica. Dalla caratteristica polpa bianca o rossa è usato in dessert e sorbetti, è altamente energizzante e grazie alle tante vitamine B, C e D, nonché di ferro, fosforo e antiossidanti aiuta a rallentare l’invecchiamento della pelle.

Canapa: oggi diffusa in tutto il mondo è un rinomato ingrediente che dona relax e benessere fisico. Ottimo per combattere la stanchezza e la spossatezza estiva la canapa è ricca di omega 3 e 6, antiossidanti, proteine, sali minerali e vitamine. Viene utilizzata in cucina in più formati: farina, semi, infiorescenze, latte.

E poi ancora fra i summer food di tendenza ci sono: la quinoa, il grano saraceno, lo zenzero, l’avocado e le bacche di goji, un po’ più conosciuti dei precedenti.

L’estate e l’umore

Infine d’estate non è da trascurare l’umore, perciò cibi che forniscono un buon contenuto di triptofano, un precursore della serotonina (una sostanza benefica sull’umore) sono da tenere in considerazione: in cima alla lista ci sono il tacchino, pollo, salmone, crostacei, soia, banane, mango e l’immancabile piccola coccola, il cioccolato.
Il Faro online – Clicca qui per leggere la Rubrica Cucina e Sapori

Più informazioni su