Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Marini per l’Italia: “La mia vittoria a chi ha sofferto per il Covid-19. Non abbassiamo la guardia”

Una dedica speciale dal pilota italiano che si è preso il Gran Premio di Spagna. L’abbraccio di Valentino Rossi all’ingresso dei paddock

Più informazioni su

Primo fino alla fine Luca Marini. E Valentino Rossi, suo fratello, si è subito congratulato con lui, appena sceso dalla moto, nell’area dei box della MotoGP2. Al Gran Premio di Spagna ha risuonato l’inno italiano. Dopo la quarantena tricolore e  dopo la tragedia del Covid-19.

Ha portato tutti gli italiani con sé in gara Luca e sul podio, occhi chiusi, non solo la gloria sportiva, ma anche la solidarietà umana. Una dedica allora dal pilota italiano a Jerez de la Frontera. Ai microfoni di SkySport ha dichiarato: “Dedico la mia vittoria a tutte le persone colpite e coinvolte nella pandemia – e appellandosi alla responsabilità collettiva, ha aggiunto – sembra che tanti se ne siano dimenticati. Dobbiamo stare attenti, ancora oggi”.

Commentando la sua gara personale ha detto: “Ho fatto la differenza. Anche nel planning di venerdì mattina. Fare 20 giri di fila mi ha fatto capire come gestire la gara. Non era facile andare sotto i 42 secondi. Sono soddisfatto”. E’ complicata una MotoGP2, che gareggia con il sogno di arrivare nella MotoGP dei sogni. Ma Marini ha preso la testa della corsa con grande personalità. Dopo la lunga sosta forzata a causa del  lockdown, ha allungato traiettoria e tempi sul traguardo, nei confronti di altri avversari costretti ad inseguire.

Con la SkyTeam Vr46 ha registrato +39 secondi all’arrivo rispetto agli altri piloti. Secondo Nagashima e poi Martin subito dopo. Tra 1 e 4 minuti di differenza, nel crono d’arrivo.

(Il Faro online)

Più informazioni su