Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Via il crocifisso dall’Aula consiliare di Fiumicino, l’ira del senatore De Vecchis

Il senatore lancia un appello alla minoranza: "Invito il centrodestra di Fiumicino a presentare una mozione di sfiducia“

Fiumicino – “Allucinante il comunicato stampa del presidente del consiglio comunale di Fiumicino, che banalmente vuole cancellare secoli di storia e tradizioni della cultura italiana ed Europea”, il commento del Senatore William De Vecchis alla scelta della presidente del Consiglio comunale di Fiumicino di non rimettere il crocifisso nell’Aula consiliare dopo i lavori di restauro (leggi qui).

“Dietro ad un finto laicismo si evince tutta l’avversità politica per la nostra cultura cristiana per le nostre tradizioni contadine e per l’amore dei nostri nonni, una mancanza di rispetto anche per i fondatori del nostro Comune i quali posero il crocifisso in aula consiliare a nome di un intera comunità”, attacca De Vecchis.

“Nessun progetto sui disabili, con bambini impossibilitati alla fruizione dei servizi scolastici, con un programma urbanistico assente, con zero idee per il rilancio del turismo, il presidente del consiglio comunale trova il tempo per laici pensieri, che sono sicuro ,non trovano riscontro nella nostra comunità. Invito il centrodestra di Fiumicino a presentare una mozione di sfiducia“, conclude il Senatore.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino