Seguici su

Cerca nel sito

Santa Marinella sul Rover della Nasa in viaggio verso Marte

Una missione importantissima sia perché andrà alla ricerca di forme di vita, sia perché da questa missione dipenderà la futura esplorazione di Marte da parte dell'uomo.

Santa Marinella – Il Parco della Scienza G. Marconi di Santa Marinella che fu inaugurato dal Sindaco Pietro Tidei, dal C.te Logistico A.M. e dalla Principessa Elettra, ottiene un altro successo con il Delegato prof. Livio Spinelli che, in collaborazione con la Nasa ha registrato i due nominativi “Science Park Marconi S.Marinella” e “Torre Chiaruccia Iy0Tc”, sui chip a bordo del Rover Perseverance lanciato da cape Kennedy, i quali resteranno per sempre sul Pianeta Rosso nella memoria di questo robot. 

Si tratta di una missione importantissima sia perché andrà alla ricerca di forme di vita, sia perché da questa missione dipenderà la futura esplorazione di Marte da parte dell’uomo.

Già in passato c’era stata una collaborazione con la Nasa quando gli studenti di S. Marinella si collegarono, grazie ai Radioamatori di Civitavecchia e Amsat, parlando in inglese con l’Astronauta americano Clay Anderson a bordo della Stazione Spaziale Internazionale ISS.

Quando il Parco Marconi sarà completato, verrà esposto nel Museo una copia di questo Rover che ha portato su Marte il suo nome e quello di Santa Marinella,

“Vogliamo rilanciare Santa Marinella su tutti i fronti come la cultura, il  turismo e, perché no, anche la scienza” – afferma il sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei.

Prima della diffusione del Covid-19 stavamo per approvare lo statuto di una fondazione che potesse operare nei settori anzidetti abbracciando anche lo sport, l’archeologia e tutto ciò che è di fatto cultura identificando nel Parco della Scienza G. Marconi la sede di tali attività nonché punto di incontro di studenti e studiosi. La presenza di università straniere nel sito del Castrum Novum ci conferma che siamo sulla strada giusta”.