Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Spiaggia chiusa per Covid-19: turisti e bagnanti cacciati via dalla morte

Le spiagge del Messico, a causa della pandemia, sono chiuse a bagnanti e turisti. Qualcuno prova comunque a raggiungerle ma subito vengono allontanati da un uomo incappucciato

Città del Messico – La spiaggia è chiusa per l’emergenza Covid-19 e a respingere i bagnanti provvede… la morte. Un uomo, con un costume da scheletro, si aggira per la spiaggia di Puerto Morelos, nello stato messicano di Quintana Roo.

morte spiaggia

Le spiagge, a causa della pandemia di coronavirus, sono chiuse a bagnanti e turisti. Qualcuno prova comunque a raggiungere bagnasciuga e moli. A questo punto, salta fuori l’uomo mascherato da morte, con tanto di falce in mano, a ricordare a tutti che bisogna tornare a casa.

Ad oggi in Messico si contano 443.813 casi di contagio e 48.012 morti. Il paese torna progressivamente a una “nuova normalità”, con un sistema che dovrebbe permettere riaperture statali modulate sulla portata del contagio. Tutti gli stati della federazione sono però al momento divisi tra i due gradi più allarmanti. Per arginare la crisi economica, il governo vara misure per mettere in sicurezza le fasce più deboli, evita ricorso a incentivi fiscali e non crea nuovo debito.