Seguici su

Cerca nel sito

Formia e l’emergenza coronavirus, successo per la serata dedicata al cuore solidale della città

27 contagiati, 1 vittima, ma un solo grande cuore: quello della comunità formiana, coraggiosa e solidale prima e durante il lockdown

Formia – 27 contagiati, 1 vittima, ma un solo grande cuore: quello della comunità formiana, che, durante l’emergenza coronavirus, prima e dopo il lockdown, ha saputo reagire nel migliore dei modi, non solo rispettando tutte le nuove norme in materia di sicurezza, ma dimostrando coraggio e solidarietà.

Per questo, l’amministrazione targata Villa ha voluto organizzare, nella suggestiva cornice dell’area archeologica Caposele e nel rispetto di tutte le misure di prevenzione, una serata per ringraziare tutti coloro che, a vari livelli, sono stati in trincea, a combattere contro quest’insidioso e invisibile nemico.

Una serata magica, condotta dalla giornalista Antonia De Francesco e inaugurata da un doveroso minuto di silenzio, in memoria di chi, purtroppo, vicino e lontano che sia, questa battaglia, alla fine, l’ha persa.

Una serata la cui mission è stata chiara fin da subito: non solo dire grazie, ma, soprattutto, per dimostrarlo fattivamente, prima con un commovente video che ha ripercorso tutti i momenti clou del lockdown e poi con la consegna di targhe e riconoscimenti a chi ha fatto in modo che questa particolarissima resistenza potesse avere luogo.

Il grazie alle Forze dell’ordine e ai sanitari

C’è chi ha resistito rimanendo, al sicuro, a casa, e c’è chi ha resistito uscendo di casa, combattendo contro le proprie paure, combattendo per riportare una parvenza di normalità nelle vite di tutti.

Per questo, il grazie dell’amministrazione non poteva non partire che da loro: Forze dell’ordine e personale medico e sanitario. Il sindaco di Formia, Paola Villa ha consegnato, infatti, una targa ai rappresentanti delle Forze dell’ordine presenti: il vicequestore della Polizia di Formia Aurelio Metelli, il tenente della Compagnia Carabinieri di Formia Massimo Milani, il comandante della Compagnia di Formia della Gdf Capitano Nicola Maione, il comandante dell’Ufficio locale marittimo di Formia della Guardia Costiera Michele Danza, Sebastiano Santaniello dell’Ufficio locale marittimo Guardia Costiera di Gaeta e il comandante della Polizia Municipale di Formia Rosanna Picano, una targa di ringraziamento per il lavoro di controllo e supporto svolto durante le diverse fasi dell’emergenza.

Un riconoscimento consegnato anche nelle mani del presidente della Protezione Civile Ver Sud Pontino, Antonio Tomao che con la sua squadra di volontari ha permesso di essere vicini a tutti i cittadini di Formia nei momenti di difficoltà, spesso andando lui stesso a consegnare casa dopo casa i beni di prima necessità a chi non poteva permetterseli o a chi non poteva uscire di casa.

In rappresentanza di un orgoglio tutto formiano, il Dono Svizzero, l’ospedale che nonostante tutte le criticità del caso, ha gestito circa 50 casi di coronavirus (di cui circa la metà non appartenevano alla comunità formiana) una targa è stata consegnata al dottor Graziano, al dottor Nucera e alla dottoressa Colella.

Il grazie all’associazionismo e ai volontari

Non solo Forze dell’ordine e personale medico e sanitario, però. Perché in quei mesi oscuri, difficili, interminabili, tutti hanno dato il loro contributo. C’è chi ha consegnato la spesa, chi ha cucito i materiali di protezione individuale, chi ha intrattenuto i concittadini, da troppo tempo bloccati sul divano.

Anche a loro (associazioni, titolari di attività, singoli cittadini e artisti) l’amministrazione ha voluto dire “grazie”, consegnando una pergamena con la frase  “Perché tutto è stato possibile tollerare, tutto è stato possibile affrontare grazie al vostro prezioso aiuto”, perché hanno fatto diventare realtà iniziative come: la spesa sospesa, la consegna delle mascherine, dei libri e dei farmaci, la raccolta fondi, la raccolta e la consegna delle uova di Pasqua e il Carosello Formiano.

Il grazie speciale al Sindaco

Ha detto grazie a tutti, lei, che, per mesi, ha coordinato tutte le attività, quasi senza dormire e a lei, simbolicamente la città ha voluto dire grazie: il sindaco Paola Villa, che dopo aver ricevuto un omaggio floreale dal presidente del Consiglio, Pasquale Di Gabriele, e dopo un commovente discorso indirizzato a lei dal vicesindaco e assessore alla Cultura e ai servizi sociali Carmina Trillino, ha concluso affermando: “Durante l’emergenza avevamo un obiettivo: nessuno va lasciato solo, nessuno deve restare indietro”.

Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Formia