Seguici su

Cerca nel sito

Assoluti Estivi di tuffi, a Bolzano sul podio Tocci, Pellacani e Larsen

In svolgimento fino a domani 7 agosto il Campionato Italiano. Prove eccellenti degli atleti azzurri. Oggi le altre gare

Bolzano – Giovanni Tocci, Chiara Pellacani ed Andreas Sargent Larsen si prendono i titoli rispettivamente dal metro, dai 3 metri e dalla piattaforma e illuminano la prima giornata degli Assoluti Open estivi di tuffi a Bolzano.

Nella piscina coperta intitolata a Karl Dibiasi – tuffatore azzurro e campione italiano degli anni ’30, decimo dalla piattaforma ai Giochi Olimpici di Berlino 1936, che negli anni sessanta fondò la scuola tuffi a Bolzano – si gareggia fino a venerdì 7 agosto. Al via 50 atleti (21 femmine e 29 maschi) in rappresentanza di 15 società.

(foto@Perottino/deepbluemedia)

Lo squillo in apertura è di Giovanni Tocci che si impone dal metro. Il 25enne calabrese – tesserato per Esercito e Cosenza Nuoto, seguito da Lyubov Barsukova, argento agli Europei di Glasgow 2018 e Londra 2016, bronzo iridato a Budapest 2017 – piazza un buon doppio salto mortale e mezzo avanti carpiato (62.40), un ottimo doppio salto mortale e mezzo ritornato raggruppato (65.10) e chiude con 347.40. Quattro punti in più di un ritrovato Tommaso Rinaldi – tesserato per Marina Militare e MR Sport F.lli Marconi, seguito dal padre, e tecnico federale, Domenico – e totalizza 343.10 per un secondo posto che sa di rinascita; terzo con molti rimpianti il bronzo europeo a Kiev 2018 Lorenzo Marsaglia – tesserato per Marina Militare e CC Aniene e preparato da Benedetta Molaioli – che paga a caro prezzo un pesante errore con il triplo salto mortale e mezzo avanti raggruppato (22.50), dopo aver condotto con margine fino al quarto tuffo, e si ferma a 342.25.

BERTOCCHI Elena
Photo © Giorgio Perottino/Deepbluemedia/Insidefoto

Chiara Pellacani si conferma garista strepitosa e incanta dai 3 metri. La 17enne di Roma – tesserata per MR Sport F.lli Marconi, allenata dal tecnico federale e responsabile delle squadre nazionali giovanili Domenico Rinaldi, oro agli eurojrs a Bergen 2017, tra i “big” oro europeo dalla piattaforma sincro, in coppia con Noemi Batki, a Kiev 2019 e campionessa continentale dal sincro 3 metri, con Elena Bertocchi, a Glasgow 2018 – sfonda il muro dei 300 punti, totalizza 303.60 al termine di una prova eccellente, nella quale spicca un doppio salto mortale e mezzo avanti con un avvitamento da applausi (67.50); alle sue spalle proprio la compagna nel sincro Elena Bertocchi – tesserata per Esercito e Canottieri Milano, allieva del tecnico federale Dario Scola – con 244.65 punti; completa il podio la calabrese Laura Bilotta (Fiamme Oro/Cosenza Nuoto) con 195.00 punti.

Dalla piattaforma la conferma arriva dall’italodanese Andreas Sargent Larsen. Il 20enne di Copenhagen ma da un anno residente a Roma – tesserato per CC Aniene e allenato da Benedetta Molaioli – conduce una gara di livello importante, spiccano i 70.95 punti del doppio salto mortale e mezzo avanti con due avvitamenti, e vince con 366.35; diciotto in più del capitano azzurro Maicol Verzotto (Fiamme Oro/Bolzano Nuoto) secondo con 338.90; mentre terzo è Riccardo Giovannini (Fiamme Oro) con 300.05

I podi della 1^ giornata – mercoledì 5 agosto

Trampolino un metro maschile

  1. Giovanni Tocci (Esercito/Cosenza Nuoto) 347.40
  2. Tommaso Rinaldi (Marina Militare/MR Sport F.lli Marconi) 343.10
  3. Lorenzo Marsaglia (Marina Militare/CC Aniene) 342.25

Trampolino 3 metri femminile

  1. Chiara Pellacani (MR Sport F.lli Marconi) 303.60
  2. Elena Bertocchi (Esercito/Canottieri Milano) 244.65
  3. Laura Bilotta (Fiamme Oro/Cosenza Nuoto) 195.00

Piattaforma maschile

  1. Andreas Sargent Larsen (CC Aniene) 366.35
  2. Maicol Verzotto (Fiamme Oro/Bolzano Nuoto) 338.90
  3. RIccardo Giovannini (Fiamme Oro) 300.05

(fonte@federnuoto.it)(foto@Giorgio Perottino / DBM)