Seguici su

Cerca nel sito

Fiumicino, la Lega interroga Montino sul centro di accoglienza di via del Fontanile di Mezzaluna

Gli esponenti della Lega: "Chiediamo al sindaco di conoscere quali siano i soggetti partner della nostra Amministrazione o attuatori che gestiscono il servizio di accoglienza".

Fiumicino – “La politica dei ‘Porti Aperti’ e del ‘Prima i clandestini’ targata Pd-5Stelle sta portando al collasso il già precario sistema di accoglienza nel nostro Paese gestito in larga parte dalle cosiddette Coop Rosse” – dichiarano nel comunicato stampa i rappresentanti della Lega di Fiumicino, Giuseppe Picciano, Vincenzo D’Intino e Federica Poggio.

“Ogni giorno centinaia di irregolari, molti dei quali positivi al Covid, entrano in Italia senza permesso intasando i centri di accoglienza che sono nati in tutti i Comuni d’Italia, Fiumicino compresa – affermano gli esponenti della Lega – Ecco perché abbiamo presentato una interrogazione al sindaco di Montino, per sapere cosa accada all’interno del Centro di accoglienza di via del Fontanile di Mezzaluna”.

“Il centro dovrebbe accogliere italiani e stranieri con status di rifugiati politici in stato di disagio – proseguono -. Nell’interrogazione chiediamo al sindaco di conoscere quali siano i soggetti partner della nostra Amministrazione o attuatori che gestiscono il servizio di accoglienza”.

Quale sia lo status degli attuali ospiti nel centro, se vi siano rapporti contrattuali esterni con società o cooperative, che operano nel centro, e rapporti economici derivanti dall’affidamento del servizio di accoglienza a soggetti del terzo settore” concludono i tre politici nel comunicato.
Il Faro online –  Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino