Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, in fiamme un centro estetico a Nuova Florida: indagano i carabinieri foto

I militari dell'Arma non escludono nessuna pista, dall'incidente al dolo

Ardea – Notte di paura ad Ardea quella tra mercoledì e giovedì scorso, dove un incendio si è sviluppato all’interno di un centro estetico a Nuova Florida, in Largo Milano. Immediato sul posto l’intervento dei Vigili del Fuoco di Pomezia e dei Carabinieri della tenenza di Ardea, coordinati dal comandante Ten. Antonio Calabresi.

Spente le fiamme, che hanno provocato diversi danni all’interno del negozio fino ad annerire la parte esterna e la serranda, il locale è stato sequestrato per accertare le cause che hanno dato origine al rogo: gli inquirenti non escludono nessuna pista, dall’incidente al dolo. 

Ad oggi non risultano esserci richieste di pizzo ai commercianti di Ardea, ma i militari dell’Arma indagano a 360 gradi.  La cittadina rutula, in tempi non tanto lontani, ha vissuto un vero e proprio periodo di “fuoco” con incendi appiccati alle auto di politici e giornalisti (alcuni sono tuttora a processo al Tribunale di Velletri, di cui per l’incendio a una vettura di un esponente politico); anche le attività commerciali dei politici, in passato, sono state prese di mira.

Ma la lista di incendi avvenuti nelle attività della città è lungo: alla fine dello scorso anno, nella stessa zona di Largo Milano, andò a fuoco un centro fitness con tanto di piscina; l’estate scorsa bruciò un capannone di oltre 500 metri quadri in via Laurentina, all’ingresso della frazione di Tor San Lorenzo. Del resto il fuoco è nel nome stesso della città, che in tempi antichi venne data alle fiamme per ben sette volte. 

Le indagini per l’incendio della scorsa notte sono portate avanti dalla squadra della giudiziaria della locale tenenza, afferente alla compagnia dei Carabinieri di Anzio, il cui comando è affidato al Capitano Giulio Pisani. A giorni si saprà cosa ne pensa la magistratura in merito al sequestro (se prolungarlo o restituirlo al legittimo proprietario). Il tutto dipende dalle relazioni che invieranno i militari dell’Arma, i quali starebbero verificando alcune voci che darebbero la serratura della serranda manomessa.