Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

“Operazione Madre Natura”: a Focene il nuovo murales che abbraccia l’ambiente foto

Il "Nuovo Comitato Cittadino Focene" si è reso protagonista con un grande murales realizzato nel tratto di spiaggia libera adiacente allo stabilimento "Lido"

Fiumicino – Il “Nuovo Comitato Cittadino Focene” si è reso protagonista con un grande murales nell’ambito del progetto denominato “Operazione Madre Natura”, realizzato nel tratto di spiaggia libera adiacente allo stabilimento “Lido” (lato sud).

“I muri – dice Leonardo Salsano, membro del direttivo del ‘Nuovo Comitato Cittadino Focene’– non rappresentano mai una risoluzione ai problemi, ma quando gli stessi attraverso il lavoro degli artisti Daniele Signore, Simona Gaffi e Francesco Stazi vengono trasformati in opere d’arte, nella ricerca di una consapevolezza maggiore alle tematiche ambientali e sociali, diventano testimoni di una ripartenza dove necessariamente è doveroso affrontare con l’amministrazione un processo di collaborazione più incisiva e proficua alle problematiche di Focene”.

Il murales raffigura una balena degli artisti Daniele Signore e Simona Gaffi, l’universo rappresentato da Francesco Stazi e delle raffigurazioni marine realizzate in occasione del “Progetto Bimbi”.

“L’ intervento – spiegano Daniele Signore e Simona Gaffi – doveva rappresentare qualcosa che, trovandosi sulle spiagge di Focene, dovesse essere critico nei confronti dell’inquinamento ambientale, purtroppo molto presente sulle spiagge in questione. La protagonista dell’ambientazione marina è una balena, l’unico mammifero che non respira in maniera autonoma, si deve ricordare di andare a prendere aria in superficie per poter avere autonomia subacquea. Nella nostra interpretazione una petroliera non lascia libera la balena di fare la sua consueta azione impedendole appunto di respirare, insieme a tutti gli altri pesci del mare che la compongono e la accompagnano nel suo viaggio”.

Francesco Stazi, un giovane artista di Focene, invece ha rappresentato nella sua opera l’universo: all’interno di una galassia Madre Natura custodisce tra le sue mani la terra, da lei generata. Immersa nell’immensità del cosmo, contiene elementi di ecosistema fragili, che hanno bisogno di protezione da parte dell’uomo.

Con emozione gioia, sorpresa, e grazie anche ad Adriano che insieme ai suoi genitori affascinati, durante l’esecuzione degli altri murales hanno lanciato l’iniziativa del “Progetto Bimbi”, che nel rispetto delle normative Covid, insieme e guidati dagli artisti Daniele Signore e Simona Gaffi hanno realizzato questo bellissimo murales marino accompagnato dai versi del poeta Nazim Hikmet.

“Ci fa molto piacere aver dato spazio a giovani artisti – dice Emilio Sciesa, presidente del ‘Nuovo Comitato Cittadino Focene’ – i quali attraverso un murales hanno espresso il loro talento. Il nostro obiettivo è sensibilizzare tutti a un atteggiamento responsabile che miri a salvaguardare l’ambiente e allo stesso modo migliorare la nostra località”.

“Mi preme ringraziare gli sponsor – conclude Sciesa – che hanno aderito con animo grato dando un valido contributo, dimostrando senso di responsabilità e appartenenza alla nostra località. Gli sponsor sono stati Bar Pasticceria Fieni, Agenzia Immobiliare Maria Vanacore, Alimentari Maria, Farmacia Savino, Eden Garden, Titto’s Pizzeria, Ozono terapia gdq, stabilimento balneare La Tranquillità. Un immenso grazie va anche a Fiammetta Casasola che con le sue foto ha valorizzato questi capolavori”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Fiumicino