Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, Neocliti offesa in aula, la maggioranza: “Doverose alcune precisazioni”

La maggioranza: "La condanna di atti ingiuriosi ed offensivi è, da parte nostra, ferma e decisa, ma deve necessariamente rispettare la cronologia degli eventi"

Ardea – “Qualche doverosa precisazione a proposito della Commissione di Garanzia e Controllo“. È così che inizia la lunga nota dell’Amministrazione 5 Stelle di Ardea in merito alla commissione di martedì 4 agosto, in cui la consigliera Raffaella Neocliti è stata aggredita verbalmente da un consigliere di maggioranza (leggi qui) dopo aver pubblicato una diretta su Facebook denunciando la mancanza di documenti e il ritardo di alcuni membri.

“La Commissione di cui si fa un gran parlare sui social in questi giorni – spiega il Movimento 5 Stelle -, è stata convocata in prima istanza per il giorno 21 luglio scorso e poi rinviata al 28 luglio. La data di convocazione non è stata concordata con la Presidenza del Consiglio su cui ricade la gestione dell’Aula consiliare che è ovviamente sede di diversi eventi, corsi, ecc. Per il 28 luglio è stato convocato il Consiglio Comunale per l’approvazione del Rendiconto e, come da regolamento, la Commissione non poteva aver luogo nel medesimo giorno”.

“La Commissione viene spostata al 4 agosto alle 15.00 e, solo dopo la convocazione, la Presidente Ludovici chiede la disponibilità dell’Aula. Purtroppo l’Aula era già impegnata per un corso di aggiornamento programmato sin dal 24 luglio. In data 3 agosto la Presidente Ludovici comunica informalmente al Presidente del Consiglio la convocazione della Commissione per il giorno 4 ottenendo come risposta, appunto, la concomitanza con il corso di formazione”.

“Oltre allo sgarbo istituzionale – aggiunge la maggioranza -, registriamo che la Presidente non si è minimamente preoccupata del problema ben sapendo che si sarebbe verificato, poi, quanto sappiamo. Solo il 3 agosto la Commissione è stata arbitrariamente anticipata di un’ora in via informale e senza preavviso utile a consentire ai commissari e ai dirigenti di organizzarsi per presenziare (parliamo di un semplice messaggio Whatsapp)”

“Alle 14.40, cioè 20 minuti prima dell’ora fissata in convocazione, la Commissione viene dichiarata deserta senza un verbale (che sarebbe stato irregolare) e in barba a tutti i regolamenti. Da considerare che il numero legale di tale commissione si basa sui presenti e non sui voti espressi dai gruppi consiliari. Dal momento che la maggioranza è ivi rappresentata da un solo membro, traete voi le conclusioni”

“Strumentalmente e pretestuosamente viene realizzato un video per dimostrare la scarsa trasparenza della maggioranza 5 Stelle. Nel video il consigliere Neocliti, che non è membro di quella Commissione, dichiara una serie di falsità ed offese che hanno poi portato alla reazione del Consigliere Grillo“.

“Nel merito, leggendo l’ordine del giorno della convocazione, emerge una ulteriore artefazione: compito di quella commissione è valutare atti che sono già stati deliberati e divenuti esecutivi e non fare il processo alle intenzioni dell’Amministrazione. Inoltre le Commissioni non possono richiedere atti agli uffici da presentarsi in seduta: l’accesso agli atti è un altro procedimento amministrativo ben regolamentato da una normativa di carattere nazionale, ma forse la minoranza ne disconosce i contenuti”.

La condanna di atti ingiuriosi ed offensivi è, da parte nostra, ferma e decisa – conclude l’Amministrazione -, ma deve necessariamente rispettare la cronologia degli eventi. Valutate voi se qui si tratti di mancata trasparenza da parte nostra o di totale mancanza di rispetto delle regole da parte della minoranza che intende solo screditarci”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Ardea