Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Tartaruga marina nidifica a Santa Marinella: i gabbiani le attaccano le uova

La Carretta Carretta, che ha deposto circa 50 uova, è probabilmente la stessa avvistata sulla spiaggia di Palo

Santa Marinella – Avvistata una Carretta Carretta sulle sabbie nere di Santa Severa. La tartaruga marina, rinvenuta nella mattinata di oggi 9 agosto dai bagnini del varco 54, aveva deposto nella notte oltre 50 uova.

La testuggine, secondo i biologi di Tartalazio, era alla seconda o terza covata, questo spiegherebbe il numero ridotto di uova, che nelle prime deposizioni sfiorano il centinaio. Infatti a detta degli esperti, questi animali  tendono a rilasciare i loro embrioni in più punti, per assicurarne la sicurezza.

La mareggiata di questa notte ha scoperto le uova, probabilmente rilasciate frettolosamente e poco in profondità dall’animale, rendendole vulnerabili. Esposte alle minacce naturali sono state vittime dell’attacco dei gabbiani, che le hanno beccate e mangiate.

Di quelle originariamente deposte ne sono sopravvissute solo 40, poi recuperate e ricollocate nella stessa spiaggia a circa 30 metri dalla battigia, per difenderle dal mare.

Abbiamo recintato l’area e apposto i cartelli di divieto di avvicinamento – fa sapere la Guardia Costiera -. La schiusa dovrebbe avvenire ad ottobre e fino a quel momento monitoreremo con cura la zona”.

Ci sono delle concrete possibilità, ma non la certezza, che la tartaruga sia la stessa avvistata sulla spiaggia di Palo –  afferma il comandante Cristian Vitale -. Si può ipotizzare che l’animale abbia risalito la corrente e che abbia deposto le restanti uova qui sulle nostre spiagge nere”.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Santa Marinella
(Foto di archivio)