Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Sette Colli 2020, un’edizione di transizione. Butini: “Passaggio verso una stagione densa di appuntamenti”

E’ partita questa mattina dallo Stadio del Nuoto l’edizione 2020 dell’evento acquatico dell’anno. Parla il Direttore Tecnico della Nazionale

Roma – Ha preso il via questa mattina la 57esima edizione del Trofeo Internazionale di nuoto Sette Colli. Allo Stadio del Nuoto di Roma, nella cornice del Parco del Foro Italico, i big del nuoto mondiale si sono ritrovati per vivere una manifestazione che stacca dal buio della pandemia dovuta al coronavirus, per proiettare programmi agonistici e sogni di gloria verso la prossima stagione.

Ci saranno le Olimpiadi di Tokyo all’orizzonte, vaccino anti Covid-19 permettendo e gli Azzurri impegnati nell’evento del nuoto dell’anno, tra cui Gregorio Paltrinieri, Federica Pellegrini, Gabriele Detti e Nicolò Martinenghi, cercheranno di capire lo stato della propria forma fisica e quei tempi che in acqua è possibile raggiungere.

Alla vigilia dell’inizio della manifestazione ha parlato il direttore tecnico della Nazionale di nuoto Cesare Butini, che ha sottolineato il discorso di una transizione necessaria da vivere in questa fase della preparazione, dovuta al coronavirus, proiettando il pensiero oltre questi mesi difficili.

Di seguito le sue parole, come riportate dal sito ufficiale della Federnuoto

Questa edizione del Trofeo Sette Colli ha una diversa valenza rispetto alle precedenti; la data nella quale si disputa ci deve far ricordare il periodo tremendo che abbiamo vissuto a causa della pandemia e dal quale stiamo faticosamente uscendo. Il Sette Colli 2020, abbinato al Campionato Assoluto Open, deve essere interpretato come una fase di passaggio dal periodo di stop forzato all’apertura verso la nuova stagione agonistica che si preannuncia densa di impegni agonistici: Campionati Europei, Giochi Olimpici, Universiadi, Europei e Mondiali di vasca corta. Ci attende una manifestazione che, in ottemperanza alle norme anti Covid-19, vedrà il format a serie. Le due migliori saranno disputate la sera. Saranno presenti tutti gli azzurri, ad eccezione di Condorelli residente negli Stati Uniti e Megli infortunato, ai quali si unirà un buon gruppo di nuotatori stranieri che arricchiranno lo spettacolo in acqua. Infatti, malgrado le difficoltà di spostamento, il Sette Colli ha attirato anche quest’anno atleti di levatura mondiale quali Koch, Henique, Egorova, Joly e altri ancora che si misureranno con i nostri migliori atleti. Sono certo che, compatibilmente con lo stato della preparazione attuale, assisteremo a gare avvincenti che faranno da trampolino verso la nuova stagione agonistica. Mi aspetto delle buone prestazioni dai giovani che hanno terminato da poco la fase regionale del Campionato di Categoria dove abbiamo avuto modo di constatare l’ottimo stato di saluto del nostro movimento di base. Un pensiero particolare va a Fabio Lombini e Gioele Rossetti che, inseguendo il loro sogno di volare, ci hanno lasciato prematuramente. Ci impegneremo anche per loro”.

(Il Faro online)