Seguici su

Cerca nel sito

Ferragosto 2020 a Campo di Mare, divieto assoluto di falò e controlli serrati

Il commento del sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci: "Sarà una notte di intenso lavoro e prevenzione"

Cerveteri – “Quest’anno, come avrete visto, le misure di sicurezza per la prevenzione dal Covid-19 sono state particolarmente scrupolose nella nostra città. Nella stessa ottica, nella notte tra il 14 e il 15 agosto i controlli sulla spiaggia saranno serrati. Divieto assoluto di accendere fuochi, di stazionare, accamparsi, assembrarsi e di trasportare qualsivoglia tipologia di materiale combustibile sugli arenili. Forze dell’Ordine, Polizia Locale, Protezione Civile, Guardie Ecozoofile e personale incaricato alla sicurezza, già operativo quest’ultimo nelle attività quotidiane di sorveglianza in mare, presidieranno di continuo il nostro tratto di costa con pattugliamenti serali e notturni affinché vengano rispettate tutte le normative vigenti, a tutela dell’incolumità pubblica e della spiaggia”.

A dichiararlo è Alessio Pascucci, sindaco di Cerveteri, reduce nella giornata di ieri da una task force tenutasi nell’Aula Consiliare del Granarone alla quale sono stati invitati i Rappresentanti delle Forze di pubblica sicurezza di tutto il territorio. Grazie al lavoro svolto ieri e in conseguenza degli accorgimenti e degli spunti provenienti dai presenti, oggi è stata firmata l’Ordinanza sindacale n. 36 sul tema.

“Il Codice della Navigazione già stabilisce il divieto assoluto di accampamenti e di accensione di fuochi in spiaggia, ma considerato il particolare momento che stiamo vivendo abbiamo ritenuto opportuno essere ancora più chiari con la nostra ordinanza – ha  detto Pascucci – verranno sanzionati tutti coloro che verranno trovati in spiaggia ad accendere fuochi o a campeggiare o a infrangere un qualsiasi divieto previsto dall’Ordinanza; alla multa seguirà anche l’allontanamento da parte delle Forze dell’Ordine o dal personale addetto alla sicurezza. Non possiamo permetterci rischi, in primis per la salute delle persone e poi per la tutela della nostra costa”.

Sarà una notte di intenso lavoro e prevenzione, ma stiamo lavorando affinché i controlli riescano a coprire nel migliore dei modi l’intero tratto di costa della nostra città – ha proseguito il Sindaco di Cerveteri –. Ringrazio pertanto tutte le Forze dell’Ordine e le Associazioni del territorio che hanno immediatamente risposto in maniera positiva e si sono rese disponibili a garantire la sicurezza lungo le nostre spiagge in una circostanza così impegnativa”.

Sono intervenuti alla riunione del Granarone, l’Ufficio Locale Marittimo di Ladispoli, guidato dal comandante Strato Cacace, la Polizia di Stato con l’ispettore Giampaolo Coppola, la Guardia di Finanza di Ladispoli con il luogotenente Giulio Morelli e l’appuntato scelto Roberto Fasano, la Polizia Stradale con il comandante Claudio Paolini, la Polizia Provinciale con la dottoressa Paola Bugliazzini, la Polizia Locale con il maggiore Cinzia Luchetti e il vicecomandante Roberto Tortolini, la Protezione Civile con il responsabile Renato Bisegni e le Guardie Ecozoofile di Fare Ambiente, coordinate da Mauro Di Stefano. Presenti anche l’assessore alle Politiche Culturali Federica Battafarano, il delegato alla Tutela e Valorizzazione delle Aree Protette Roberto Giardina, la delegata per la Palude di Torre Flavia Silvia Filippi e il consigliere comunale Paolo Maracci.
Il Faro online – Clicca qui per leggere tutte le notizie di Cerveteri